Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Del Neri o Prandelli sulla panchina della Juve?

Alla vigilia dell’ultimo turno della stagione di Serie A si parla soprattutto di calcio mercato e delle formazioni dell’anno venturo. E in casa Juventus sono giorni decisivi per scegliere il nuovo allenatore

Ne resterà soltanto uno, all’inizio della prossima settimana. Per ora scommettere su Luigi Del Neri prossimo tecnico della Juventus è un rischio, nonostante l’attuale allenatore della Sampdoria sia leggermente favorito per una serie di ottime ragioni. Cesare Prandelli, però, non è ancora uscito dal quadro e potrebbe spuntarla nello sprint dal quale uscirà la prima e fondamentale decisione della nuova Juventus. Questione di giorni, quattro o cinque al massimo, e il ballottaggio verrà risolto. Da una parte c’è il candidato preferito da Giuseppe Marotta, il nuovo direttore generale e plenipotenziario sull’area sportiva che vede in Del Neri l’uomo adatto al rilancio della Juventus. Dall’altra c’è il candidato che convince leggermente di più Andrea Agnelli. Anche se non si deve immaginare uno scontro fra proprietà e dirigente. Anzi. In questo momento, infatti, Agnelli e Marotta stanno confrontando le proprie idee per capire quale sia la scelta migliore per la Juventus. Sul tavolo ci sono svariati fattori: l’esperienza, il curriculum, l’approccio con lo spogliatoio, il carattere e, soprattutto, la capacità di elaborare un progetto di profonda e radicale rifondazione, che sarà il compito principale del nuovo allenatore juventino. Sia Del Neri che Prandelli danno garanzie. Soprattutto agli occhi di Agnelli e Marotta, per nulla preoccupati delle reazioni e degli umori della piazza. Entrambi sono, infatti, consapevoli che l’appeal dell’attuale allenatore della Sampdoria (che ha alle spalle brutte esperienze alla guida di grandi club, Porto e Roma) è piuttosto moscio. Ma né il presidente in pectore (lo diventerà all’inizio della prossima settimana), né il futuro dg sembrano essere preoccupati: quello che conta è il bene della Juventus e, in fondo, i tifosi storcevano il naso anche nell’estate del 1994, quando la neonata Triade Moggi-Giraudo-Bettega portò sulla panchina bianconera un certo Marcello Lippi, allenatore emergente, ma dall’impatto immaginifico poco esaltante.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 1339 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:28 ram:37710272