Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

De Marchi: “Caldirola? Con Zanzi non ne ho parlato”

Intervista di Ugo Mencherini e Vittorio Longo Vaschetto all’ex rossoblù e attuale agente Fifa Marco De Marchi nel corso della trasmissione “Tempi Supplementari” (Telecentro-OdeonTv)

Marco, contro la Juventus è sceso in campo il cosiddetto Bologna 2, che ha ben impressionato. Tu come hai visto la formazione rossoblù, nell’impegno di Coppa Italia?

Ero a Torino e ho avuto la possibilità di vedere la partita dal vivo. Il Bologna ha disputato un’ottima gara, giocando per vincere e per passare il turno. E ha cercato di controbattere i colpi della Juventus, che giocando in casa e avendo anche nelle seconde linee giocatori importanti, ha fatto la partita e alla fine anche legittimato il successo, visto che Agliardi è stato strepitoso in tanti interventi. L’atteggiamento è stato però quello giusto, propositivo e combattivo, qualità importanti per portare a casa dei punti per la salvezza. Il Bologna mi è piaciuto, peccato per l’infortunio di Pulzetti avvenuto quando erano già state fatte le tre sostituzioni: alla fine bisogna solo ringraziare i giocatori perché in questa partita hanno dimostrato tanto, e chi sinora ha giocato meno è riuscito a destare una buona impressione.

Si affronta quindi il Milan nel momento psicologico migliore dell’era Pioli?

Penso di sì, e quando si incontrano queste squadre automaticamente ci si prepara al meglio e si affronta la gara nella maniera giusta. Sulla carta si può anche dire ‘cosa giochiamo a fare’, ma dentro ognuno di noi c’è l’orgoglio, la dignità e la determinazione e la competizione di poter dire ‘ho fermato Ibrahimovic’. La vittoria con il Siena è stata fondamentale e la vittoria con la Juventus ha fatto vedere di dover proseguire in un certo tipo di percorso. Quindi credo proprio che sia il momento migliore dell’era Pioli.

A proposito di Pioli: qual è la cosa migliore che ha portato da quando è alla guida della squadra rossoblù?

Credo che abbia portato un carattere differente rispetto a Bisoli ce probabilmente  ha un approccio più da guerriero mentre Pioli è più diplomatico. E’ riuscito probabilmente a dare alla squadra serenità e tranquillità e i risultati gli stanno dando ragione.

Per quanto riguarda il mercato, è rimbalzata la voce di un interessamento del Bologna per un tuo assistito, il centrale difensivo mancino dell’Inter Luca Caldirola. Ci sono stati contatti?

No. Luca è titolare nell’under 21 e lo scorso anno ha giocato fuori dalle giovanili, dove è sempre stato capitano. E’ un leader nato, che ha grossa personalità, e quest’anno tornando all’Inter si era deciso di mandarlo a Cesena per fare un po’ di ‘gavetta’. All’ultimo momento Gasperini, che faceva la difesa a tre, aveva posto il veto ed è rimasto a Milano con la consapevolezza che faceva parte di un grande gruppo di difensori. E’ rimasto comunque a metà con il Cesena, che in estate aveva preso la metà del suo cartellino, e dopo questi sei mesi in cui sta giocato poco ma lavorando tanto, io mi incontrerò con le due società per fare il punto della situazione e valuteremo se sarà il caso di mandarlo a giocare, visto che sinora ha trovato poco spazio. L’ha trovato recentemente giocando in Champions, peraltro da terzino. Il mercato è alle porte, ma il discorso è ancora un po’ prematuro: Roberto Zanzi, comunque, non mi ha accennato nulla.

Un altro tuo assistito è Casarini: può avere qualche chance di giocare domenica?

Federico non lo sento da qualche giorno. Sta lavorando, come sempre, per farsi trovare pronto. Fa parte della rosa, sta bene come stanno bene in molti. Deciderà il mister domenica chi far scendere in campo: a mio avviso è pronto, ma io non faccio l’allenatore del Bologna.

Ti aspetti un Bologna mobile sul mercato?

Mi aspetto un Bologna che farà un’analisi attenta e, se in qualche reparto servirà qualcosa, interverrà a modo: con discrezione e precisione. I giocatori comunque ci sono la squadra penso sia competitiva. Un intervento magari verrà fatto, ma non è compito mio dire cosa serve o cosa farà il Bologna.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 2227 articoli inseriti

Copyright © 2014 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
V.Bonazzi, 51 - 40013 Castel Maggiore (Bo) - tel: 051 63236 - fax 051 714795
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria di Pubblicità Publivideo2 Srl.

q:32 ram:24871960