Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

D’Amico: “Rubin, il futuro al Bologna è legato all’aspetto sportivo e non solo a quello ambientale”

Intervista di Ugo Mencherini e Vittorio Longo Vaschetto all’agente Fifa Andrea D’Amico – procuratore, tra gli altri, di Matteo Rubin, Gabriele Paonessa e Maxi Lopez – nel corso della trasmissione Tempi Supplementari (in onda su Telecentro-OdeonTv)

 

Di UGO MENCHERINI e VITTORIO LONGO

 

Dottor D’Amico, come valuta la stagione disputata sinora dal Bologna?

“E’ stato un progetto eccezionale. Ho ancora negli occhi le immagini del Bologna che lo scorso anno sembrava non riuscisse a venire fuori dai suoi problemi, poi  c’è stato questo progetto innovativo per il calcio italiano che ha preso forma attorno un gruppo i di ragazzi che non ha mai risparmiato impegno. In questa stagione, nonostante le difficoltà iniziali i ragazzi hanno risposto da par loro, sia quelli più esperti che i più giovani, e Pioli è un ottimo allenatore”.

 

A proposito di giovani: possono essere un valore per il Bologna non solo sul campo.

“Potrebbero essere un ottimo viatico per il prossimo calciomercato. Ci sono giocatori con cui si può fare cassa e poi andare a ricollocare le risorse su altri obiettivi”.

 

Il riferimento non può che andare a Ramirez.

“Si: è un giocatore molto interessante che può fare gola in un calciomercato che è diventato sempre più internazionale. Ma non c’è solo lui: tutti i ragazzi che si sono alternati hanno fatto molto bene. Garics, ad esempio, ha recuperato dall’infortunio dello scorso anno e ha dato il suo apporto”.

 

Tra i suoi assistiti in rossoblù c’è Matteo Rubin. E’ già avviata la trattativa per il rinnovo del contratto?

“Ancora no, ma ci sarà tempo per farlo. Non ci sono problemi, ne parleremo più avanti”.

 

Planas non sembra lontano dal Bologna: nel caso arrivasse, sarebbe automatica la partenza di uno tra Rubin e Morleo?

“Ci sono troppi se e forse. Non spetta a me fare le operazioni di mercato del Bologna: trovo giusto aspettare”.

 

Aspettare quanto? E’ già possibile indicare una tabella di marcia, in particolare per la trattativa per Rubin?

“Ne parleremo più avanti. Matteo si trova molto bene a Bologna, ma quello che conta non è solo l’aspetto ambientale: c’è soprattutto l’aspetto sportivo. Al momento opportuno ci siederemo attorno a un tavolo e faremo tutte le valutazioni che ci competono”.

 

Che calciomercato estivo si immagina?

“Molto lungo, anche perché c’è molta confusione all’interno della società e c’è l’incognita dei deferimenti e dei processi di Scommessopoli. Sarà un’estate particolare”.

 

Tra le variabili, anche l’aspetto economico. Realisticamente quanto può pensare di incassare il Bologna da un’eventuale cessione di Ramirez?

“Il valore è sempre in funzione del club che lo richiede. Ci sono centri di mercato, a livello internazionale, che danno maggior soddisfazione rispetto a quello italiano. Quando si accostano certi club, il costo ovviamente lievita e anche la richiesta in funzione del calciatore. E’ difficile dare un valore in questo momento, nel calcio ci sono molte variabili che cambiano. Sono certo che i dirigenti del Bologna saranno bravi a ottimizzare queste situazioni”.

 

In generale, sarà un mercato ancora più all’insegna degli scambi che delle cessioni secche?

“Il calcio è l’aspetto della società e dell’aspetto economico che tutti viviamo. I presidenti sono anche imprenditori, e come tali risentono della congiuntura economica internazionale: è normale che la crisi abbia investito anche il mondo del calcio. Molto spesso, però, si ripone aspettativa in colpi milionari e poi il giocatore più importante arriva a parametro zero: io guardo alla qualità del giocatore, non tanto al prezzo”.

 

Tra i suoi assistiti c’è Gabriele Paonessa. Esiste la possibilità di rivederlo in rossoblù?

“Vedremo. Lui aveva bisogno di giocare, ha avuto un paio di stagioni sfortunate, ma è ancora giovane,  ha qualità e sono convinto che potrà togliersi delle soddisfazioni”.

 

In estate rinnoverà?

“Sì, penso che ci sia un’ipotesi di questo tipo”.

 

Nell’ipotesi in cui Di Vaio dovesse lasciare il Bologna, Maxi Lopez in rossoblù sarebbe fantamercato?

“Bisognerà aspettare innanzitutto il Milan: se dovesse riscattarlo, il calciomercato su Maxi Lopez si chiuderà. Nel caso non si verificasse questa ipotesi, ne parleremo”.

 

Come verrebbe valutata la piazza Bologna dal giocatore?

“E’ un periodo ipotetico dell’irrealtà. Dobbiamo aspettare prima di tutto di capire cosa farà il Milan. Per rispondere alla domanda ci vorrebbe un interesse che, al momento attuale non c’è. E’ un’enunciazione di principio si potrebbe fare per qualsiasi squadra”.

 

Ma lo scorso inverno una possibilità di vederlo a Bologna c’è stata..

“Ne avevamo parlato, ma nel calciomercato si parla di tante cose”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 3304 articoli inseriti

Un Commento in “D’Amico: “Rubin, il futuro al Bologna è legato all’aspetto sportivo e non solo a quello ambientale””

  • Alberto scritto il 30 aprile 2012 pmlunedìMondayEurope/Rome 13:09

    Al momento la situazione societaria economica del Bologna è tremolante, salvata solo dalla capacità maturata dell’allenatore Stefano Pioli. Se arriva il magnate Gabriele Volpi auguriamoci che venga data la possibilità a Stefano Pioli di ripetersi come ha dimostrato contro Iuve, Milan, Inter, Lazio, Napoli,Roma e possa farci tornare come ai tempi di Bernardini e Fabbri. Lo stadio tornerebbe a riempirsi per dare a tutti i ragazzi di Bologna quei valori sociali di sportività e lealtà come lo furono per noi. Lo sport sa coagulare la civiltà e prospettare ai giovani la voglia di partecipazione. Grazie per lo spazio concessomi.

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:27 ram:35321736