Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Dalle 20.30 inizia la festa della Virtus in Piazza Maggiore

Il futuro è nella voglia di Zanetti di emergere subito. L’Europa potrebbe essere utile per il marchio Segafredo

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_virtus_20170620.mp4

Ora è tempo di festa, al futuro ci si penserà domani. La Virtus e la sua gente si gode il ritorno nella massima serie con un bagno di folla in Piazza Maggiore. Forse un po’ hanno ragione coloro che dicono che il tifoso della Virtus festeggia ora ma all’inizio era molto scettico. Ma bisogna riconoscere che questo diverso atteggiamento nasce dalla grande capacità dei dirigenti e della parte tecnica di plasmare un gruppo che all’inizio era definito un outsider, a pieno protagonista dei play off. Ha costruito le sue vittorie in trasferta, vincendole tutte, mostrando un carattere e una freddezza da squadra esperta e sicura delle proprie capacità. Ha avuto molto buone cose dall’innesto di gentile, ma è riuscita a rigenerare Bruttini e a godersi Ndoja che per i guai fisici aveva saltato quasi tutta la stagione. Ha vinto con la precisione balistica di Spissu, ma pure con un Umeh sempre attento nei momenti che contano e con Lawson a dare la carica con le sue schiacciate e la sua atleticità. Intorno a loro i vari Spizzichini, Rosselli, Michelori, ma pure i giovani Penna, Oxilia, Petrovic e Pajola, che questi play off li hanno visti molto da spettatori, ma che durante la stagione hanno avuto modo di capire la differenza tra i campionati giovanili e la serie A2.
Si parlava di futuro. Il cambio al vertice con l’arrivo di Zanetti avrebbe anche potuto fare cadaveri. Da un campionato ambizioso alla necessità di salire perchè lo sponsor Segafredo aveva bisogno almeno della massima vetrina nazionale. E’ stato lui in diverse interviste a dire come l’Europa è un obiettivo e per raggiungerlo è chiaro che servono investimenti e tante novità. I nomi di Aradori e Alessandro Gentile sono importanti e farebbero delle Vnere la mina vagante della serie A. Nel ciclismo ha dimostrato che se crede in un progetto le risorse non mancano e per fare un campionato di serie A di buon livello le risorse necessarie sarebbero ben inferiori.
Intanto è bene guardare il buono di una stagione che avrebbe potuto affossare la Virtus dopo la retrocessione ed invece l’ha rinforzata, nei dirigenti, nella parte tecnica e nell’entusiasmo dei tifosi, che hanno visto vincere e molto dopo alcuni anni di A1 passati nella mediocrità. E da qui bisogna ricominciare perchè è chiaro, come anno detto in tenti, che la promozione era solo il primo scalino di quella che si spera possa tornare ad essere una splendida avventura.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 3235 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:25 ram:34140680