Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Crollo Meta, un proscioglimento e tre rinvii a giudizio

Il Gup di Modena ha disposto tre rinvii a giudizio per il crollo alla Meta di San Felice sul Panaro avvenuto durante le scosse sismiche del 29 maggio 2012 in cui persero la vita 3 persone. prosciolto il titolare dell’azienda.

E’ arrivato nel pomeriggio di oggi il pronunciamento del Gup di Modena sull”unico processo rimasto sui crolli del terremoto 2012, quello che riguarda l”azienda Meta di San Felice sul Panaro. Paolo Preti, titolare della ditta è stato prosciolto dalla accuse perché il fatto non costituisce reato, mentre sono stati rinviati a giudizio per i reati di omicidio colposo plurimo e falso tutti gli altri tre imputati.

Si tratta del sindaco Pd di San Felice e presidente dell”Unione dei Comuni dell”area nord, Alberto Silvestri, presente tra gli altri anche oggi in aula, del capo dell”ufficio tecnico dello stesso Comune Daniele Castellazzi e di Claudio Terrieri, il tecnico che rilascio” il certificato di agibilita” del capannone della Meta dopo la prima scossa sismica del 20 maggio 2012. Oggi nell”aula della Corte d”assise si sono ripercorsi i fatti del 29 maggio di quattro anni fa, quando n ell’azienda morirono sotto le macerie tre persone: l’ingegner Gianni Bignardi, di 55 anni e gli operai Mohamad Azarg, di 46, e Kumar Pawan di 31. I loro parenti si sono costituiti parte civile ma le difese, all”ultima udienza, avevano depositato nuove consulenze. Cosi”, il gup si era preso del tempo per studiare i nuovi materiali.

Secondo la tesi del sostituto procuratore Luca Guerzoni, per la vicenda Meta ci sarebbe stato un concorso di colpe: il sindaco e il suo tecnico, in particolare, avrebbero emesso un provvedimento col quale autorizzavano tecnici privati ad assicurare l”agibilita” provvisoria di case e fabbriche. Ma la Procura ha ipotizzato anche il reato di falso: quel provvedimento scritto subito dopo le scosse, e” l”essenza dell”impianto di Guerzoni, sarebbe stato sostituito con un altro testo modificato, dopo il crollo, probabilmente per alleggerire le responsabilita” comunali.

“Andiamo a dibattimento, abbiamo cominciato a difenderci e continueremo a farlo. Questo e” stato un passaggio di udienza preliminare, aspettiamo il giudizio di merito il 19 gennaio 2017″- ha osservato Roberto Mariani, avvocato del Comune di San Felice, una volta uscito dall”aula della Corte d”Assise.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7010 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:30502168