Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Crac Parmalat, chiusa l’inchiesta sul tesoro. Tanzi imprenditore fino al giorno dell’arresto

Nonostante il crac da 14 miliardi di euro, Calisto Tanzi non solo ha continuato a fare l’imprenditore, gestendo di fatto un’impresa dolciaria, ma fino al suo arresto ha intrattenuto rapporti con figure di spicco del potere cittadino. È quanto sostiene il procuratore di Parma Gerardo La Guardia. L’ex patron di Collecchio appare ancora ben inserito negli ambienti della Parma che conta al punto da dialogare con i vertici delle banche locali in merito ad “alcune nomine”. È questa l’immagine di Calisto Tanzi emersa dalle intercettazioni telefoniche relative all’inchiesta sul suo tesoro d’arte. Inchiesta, aperta due anni fa, che è stata appena chiusa. Nel corso delle indagini gli inquirenti hanno sequestrato 112 opere d’arte tra cui dipinti e disegni dei grandi artisti che hanno scritto la storia dell’arte dell’ottocento e del novecento. Tra i quadri in possesso di Tanzi figuravano infatti opere di Van Gogh, Picasso, Kandinsky, Pizzaro, Guttuso, Monet e Manet, per un valore stimato di almeno 28 milioni di euro. I quadri vennero nascosti nel dicembre del 2003, pochi giorni prima che venisse alla luce lo scandalo Parmalat. Per la vicenda del tesoro oltre all’ex cavaliere sono indagati anche la moglie, Anita Chiesi, fin’ora rimasta estranea alle vicende giudiziarie del marito, il genero Stefano Strini e due commercianti d’arte, Paolo dal Bosco e Giovanni Dell’Anna. Per tutti, tranne che per il genero di Tanzi, il capo d’imputazione è concorso in bancarotta, quest’ultimo è accusato di ricettazione, accusa contestata anche ai due mercanti d’arte. “Grazie alla collaborazione di Strini – ha spiegato il procuratore – che ha conservato una parte dei quadri successivamente sequestrati, siamo riusciti a ricostruire buona parte del movimento di denaro che ha consentito l’acquisto delle opere. I quadri e le altre opere d’arte sono costati 9,4 miliardi di lire. Di questi, 7 miliardi provengono dal gruppo Parmalat. Degli altri soldi non conosciamo la provenienza”.
Tanzi è finito in carcere il 5 maggio dopo che la Cassazione ha reso definitiva la condanna ad otto anni per il crac dell’azienda di Collecchio. Fino a quel giorno, sostiene, la procura parmigiana ha continuato a gestire, curandone personalmente le politiche distributive, le vendite e i rapporti con la grande distribuzione ,la “The Original American Bakery srl”. La società, che ha sede in via Martinella a Parma è già da tempo aveva attirato l’attenzione della stampa locale, secondo gli inquirenti sarebbe riconducibile alla moglie dell’ex patron e all’imprenditore napoletano Catone Castrense, figlio di un amico di vecchia data dello stesso Tanzi. Nelle vesti di imprenditore – ha spiegato ancora il procuratore La Guardia – Tanzi appariva “molto deciso e sicuro di sé”. Un’immagine che per la Procura stride con quella di uomo “dimesso e sofferente”, quale Tanzi è apparso nelle udienze del Processo. Gli atti contenenti le intercettazioni saranno ora trasmessi al tribunale di Sorveglianza di Bologna chiamato a decidere sull’istanza di detenzione ai domiciliari presentata dai legali dell’ex patron. Richiesta che i difensori di Tanzi hanno motivato con le precarie sue condizioni di salute.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:22 ram:35242376