Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

CPL Concordia: nuovi arresti per accordi con clan Casalesi

Un accordo “a monte”, risalente al 2000, stabilito tra la dirigenza della Cpl Concordia e il clan dei Casalesi. Con l’intermediazione di Antonio Piccolo, imprenditore ma soprattutto “espressione” della fazione capeggiata dal boss Michele Zagaria. E’ questo lo scenario su cui si sono concentrate le indagini della Dda di Napoli che hanno portato oggi all’esecuzione di otto misure cautelari (tra cui sei arresti), alcune delle quali nei confronti di vertici della cooperativa modenese. Le sei persone arrestate sono quattro manager di Cpl Concordia e due imprenditori. In particolare in carcere è finito Roberto Casari, ex presidente della Cpl Concordia, già ai domiciliari per la vicenda degli appalti di Ischia; gli imprenditori casertani Antonio Piccolo e Claudio Schiavone e Giuseppe Cinquanta, romano, responsabile commerciale Cpl per Lazio, Campania e Sardegna dal 1997 al 2005. Ai domiciliari sono invece finiti Giulio Lancia, di San Vincenzo Valle Rovereto (L’Aquila), responsabile di cantiere e capo commessa della Cpl Concorda Bacino Campania dal 2000 al 2003 e Pasquale Matano, della provincia di Caserta, in qualità di responsabile di esercizio della Cpl distribuzione. I quattro manager di Cpl Concordia sono indagati per concorso esterno in associazione mafiosa per essersi accordati con clan della camorra dei Casalesi, in particolare con i reggenti delle cosche Schiavone e Zagaria, che gestivano l’affare della metanizzazione nell’agro aversano. Secondo l’accusa avrebbero ricevuto dai clan sostegno di vario tipo: tra l’altro, la camorra avrebbe costretto i titolari della Eurogas, società già assegnataria della convenzione con tre comuni, a cederla gratuitamente alla Cpl Concordia. Piccolo e Schiavone, invece, sono indagati per associazione mafiosa con il ruolo, secondo l’accusa, di aver curato gli interessi del clan Zagaria in relazione agli appalti per la metanizzazione del casertano.
Tra gli indagati figura anche un nome eccellente: quello dell’ex parlamentare ed ex componente della Commissione Antimafia Lorenzo Diana a cui è contestato il reato di abuso d’ufficio. Diana, molto noto per il suo impegno contro la camorra e la criminalità organizzata, citato da Saviano in Gomorra come “eroe della lotta alle mafie”, è indagato dalla Dda anche per concorso esterno in associazione mafiosa per gli appalti alla Concordia. Secondo il procuratore aggiunto di Napoli Giuseppe Borrelli avrebbe svolto il ruolo di ruolo di facilitatore per gli accordi tra la Cooperativa e il clan.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Barbara Paknazar

Autore

Articolo scritto da: | 397 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:35 ram:30456520