Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Conselice, 100 anni fra i banchi (Comuni alla ribalta – VEN 21.00)

Un paese dove gli scolari hanno 100 anni (nel senso che la scuola locale sta celebrando proprio in questi giorni il suo primo secolo di attività). Un paese, forse l’unico in tutta la regione, ad aver dedicato un monumento alla libertà di stampa, ed alla stampa clandestina in particolare (anche perchè proprio qui, durante la guerra, in fosse scavate nella terra, si stampava gran parte della stampa antifascista e partigiana del Nord Italia. Un segreto, estremamente pericoloso, custodito da tutta la popolazione, sotto il naso delle truppe naziste e repubblichine). Questo paese si chiama Conselice, in provincia di Ravenna, al crocevia con le province di Bologna e Ferrara. Ed è a Conselice che è dedicata la nuova puntata di “Comuni alla Ribalta” che andrà in onda questa sera, venerdì 20 maggio, alle ore 21.00 su Telesanterno.

Sarà una trasmissione in costante viaggio fra passato e presente: un passato decisamente “focoso” di un paese che negli anni ’50-’60, anni di forti passioni e contrasti politici (non meno accesi, ma forse più leali ed in buona fede di quelli attuali), ha avuto il suo Don Camillo ed il suo Peppone in chiave romagnola. Tanti episodi da ricordare, in una saga decisamente speculare a quella degli originali personaggi di stampo emiliano (Brescello) descritti da Guareschi. Tanto che proprio a Guareschi ed al suo mondo Conselice ha dedicato una strada ed una piazza, resa magica dagli affreschi di un grande artista (Pellegrini) che hanno trasformato i muri delle case in un grande racconto popolare.
Oggi quel Don Camillo romagnolo, al secolo Don Gianstefani, non c’è più. Ma come accadeva nel mondo di Guareschi, dove le idee politiche erano diverse, ma il cuore batteva assolutamente allo stesso modo, alla fine tutti i suoi concittandini, cattolici e comunisti che fossero, hanno voluto risconoscere il bene che era scaturito dalla sua fede impetuosa (e da uno straordinario rapporto amichevole con papa Pacelli, che aveva assecondato molte sue richieste per i bisogni del paese), dedicandogli un monumento (con tanto di bicicletta) che ancora oggi tiene “sott’occhio” il palazzo comunale dei successori di Peppone.

La parte centrale della puntata è comunque dedicata alla celebrazione delle “cento candeline” della scuola elementare di Conselice.
Per questa ricorrenza, in una sala-mostre nel centro del paese, è stata ricostruita un’aula scolastica del secolo scorso, con banchi, calamai, lavagna, perfino libri e quaderni originali. In cattedra, pronto per l’appello, un autentico reperto storico: il primo registro di classe delle scuole di Conselice.

Le telecamere di Telesanterno sono andare quindi a curiosare fra questi banchi e fra i pannelli della mostra elaborata dagli insegnanti e dagli stessi studenti all’interno della scuola.
Un’anteprima delle manifestazioni che avranno inizio già da domani, e che la puntata di Comuni alla Ribalta illustrerà nel dettaglio.

Sempre a livello di anteprime, la puntata di “Comuni” dedicata a Conselice offrirà un’altra bella anticipazione: le immagini ed il backstage dello spettacolo che la locale scuola di danza mettrerà in scena proprio il giorno dopo della trasmissione.

Conselice sta comunque vivendo giorni particolarmente intensi di ricorrenze e manifestazioni. Un’altra vicenda narrata dalla trasmissione riguarda infatti il restauro dell’antica pieve di San Patrizio. Telesanterno anticipa i convegni scientifici, ed anche le celebrazioni religiose e popolari che accompagneranno questo avvenimento (i restauri hanno portato alla luce l’originale chiesa del Mille, consentendo di affinare le ipotesi sulle origini del sito, legato probabilmente al provvisorio stanziamento di genti irlandesi dirette a Roma, genti evidentemente legate al culto dell’evangelizzatore delle proprie terre, San Patrizio).

Non poteva mancare infine un excursus sportivo per scoprire anche in questo caso aspetti del tutto rimarchevoli ed originali di Conselice, che non solo vanta una squadra di pallavolo ai vertici della serie B1 nazionale, ma anche un impianto di tiro al volo dove si addestrano molte delle speranze italiane per i prossimi mondiali e per le Olimpiadi di Londra.

Una puntata di Comuni alla Ribalta, dunque, estremamente densa, realizzata nell’unico paese con un monumento alla libertà di stampa, al suo Don Camillo e… al ranocchio! Vedere Telesanterno, questa sera alle ore 21.00, per credere.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 381 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:37743672