Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Colomba: “Bologna, non c’è nulla che non rifarei”

Intervista all’ex tecnico del Bologna realizzata da Ugo Mencherini e Vittorio Longo nel corso della trasmissione “Tempi Supplementari”

Mister, vista la classifica attuale questo campionato è stato definito un po’ ‘strano’. Lei cosa si aspettava? Sono indicazioni provvisorie o c’è già qualche indicazione definitiva?
E’ provvisoria per quanto riguarda qualcuna delle grandi, come ad esempio l’Inter che ovviamente presumo possa riproporsi in maniera più autorevole. Di sicuro credo che la Lazio sia una buona squadra, quindi non mi meraviglia: è in lassù perché gioca bene, ha qualità quindi merita di stare lì. Poi qualcuna delle piccole ha fatto più delle aspettative e si è trovata proiettata, però credo che alla distanza secondo me i valori verranno fuori.

Parlando invece del Bologna, che idea si sta facendo della squadra?

Mi sono riproposto, per motivi abbastanza evidenti, di non parlare del Bologna. Tra l’altro il Bologna non lo sto seguendo.

Soffermiamoci allora su un singolo: ovvero Viviano.

Non è una sorpresa: è un giocatore che anche l’anno scorso meritava attenzione, quest’anno l’ha trovata e sono contento per lui.

In ottica azzurra, ha scavalcato nelle gerarchie di Prandelli sia Sirigu che Marchetti, che ha comunque il problema di essere finito fuori rosa a Cagliari?

Questo non posso saperlo. So solo che Emiliano è un buon portiere e se in questo momento gli è stata data la porta della nazionale se lo merita.

Qual è, secondo lei la rivelazione di questo campionato come giovane? E qual è il miglior straniero?
Krasic della Juventus, che è sia giovane che straniero, quindi racchiude le due cose. In questo momento secondo me è quello che secondo me ha fatto le cose migliori.

Da uomo di calcio, come vede la questione dello sciopero dei calciatori?

Io vengo da anni in cui ho fatto il consigliere sia dei calciatori che di allenatori. So che abbiamo lottato per cose ben più importanti, anche se molto spesso i calciatori di serie A e B si muovono per tutelare soprattutto i calciatori delle categorie inferiori. Quelli più importanti ci mettono la faccia per garantire cose, magari anche giuste, a quelli meno importanti. A volte fa scalpore il fatto che gente che guadagna tanto possa pensare a uno sciopero per motivi che posso apparire futili: però è tutto legato alla tutela di tutte le categorie dei calciatori, anche quelli di Lega Pro.

Secondo lei in questo campionato il Milan è favorito rispetto all’Inter o vede ancora i nerazzurri in vantaggio? E come vede la lotta salvezza, quali sono le 4-5 squadre indiziate?
Io credo che Inter e Milan se la giocheranno, anche perché la Roma è rimasta un po’ indietro e quindi sarà difficile ripetersi in un recupero clamoroso e sempre più complicato. Per quanto riguarda la salvezza, le neopromosse più qualcuna delle altre.

Prandelli ha detto che in amichevole Cassano e Totti giocheranno insieme. Lei, da allenatore, come vede una coppia di fantasisti di questo tipo?
Credo che il calcio sia dinamismo e sia corsa, oltre che fantasia e qualità. Per una partita ci può anche stare, però non è facile. Ci vorrebbe un bel centravanti di peso che lotti molto, e con due trequartisti così potrebbe essere anche una situazione buona. Ci vorrebbe una struttura di squadra molto solida, e non mi sembra che a livello di nazionale in questo momento siamo molto solidi, sia dietro che in mezzo.

Nella sua esperienza a Bologna, c’è qualcosa che, a posteriori, non rifarebbe?
No. Sono sicuramente soddisfatto di quanto è stato fatto l’anno scorso. E’ ovvio che nel corso di un campionato una scelta si più dimostrare più o meno felice, ma tutto fa parte del percorso di una squadra. Se tutto quello che si decide ogni volta ti porta alla vittoria, vuol dire che hai fatto bene: ma è impossibile scegliere sempre bene. Sono contento proprio perché abbiamo raggiunto un obiettivo importante come quello dello scorso anno, e ribadisco che in proiezione dall’inizio sarebbe stato un campionato da 48 punti, quindi un campionato importante. E sono felice perché sono riuscito a realizzarlo a casa mia. Rifarei tutto, compreso tutto quello di quest’anno. Non ho niente da rimproverarmi personalmente. Se poi gli altri hanno da rimproverami qualcosa, non so… Ma non c’è una cosa che assolutamente non rifarei.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 3332 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:22 ram:37784344