Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Cocoricò: Tar rigetta ricorso dei gestori contro chiusura

Il Tar dell’Emilia-Romagna ha respinto il ricorso deei gestori della dicoteca Cocoricò di Riccione chiusa dal questore di Rimini dopo la morte del giovanissimo Lamberto Lucaccioni, stroncato dopo aver assunto ecstasy nel locale.

Dopo quella arrivata lo scorso martedì da parte del prefetto di Rimini, nuova doccia fredda per il Cocoricò di Riccione. Anche Tribunale Amministrativo Regionale dell’Emilia-Romagna infatti ha rigettato il ricorso dei legali del locale contro la decisione del questore di Rimini Maurizio Improta di chiudere la famosa discoteca per 4 mesi dopo la morte del 19enne Lamberto Lucaccioni, stroncato da un’overdose di ecstasy nel locale di Riccione la notte tra il 19 e il 20 luglio. Un primo no alla riapertura del Cocoricò era arrivato da parte del giudice monocratico che aveva già rigettato la richiesta nel mese di agosto, seguito appunto da quello del prefetto di Rimini di qualche giorno fa.

I giudici amministrativi in alcuni passaggi dell’ordinanza precisano i motivi della loro decisione. “Ai sensi dell’articolo 41 della Costituzione l’iniziativa economica privata è libera ma non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale-viene ribadito- e quindi non deve provocare danni sproporzionati all’ambiente e alla salute e alla sicurezza pubblica”. Tale principio, secondo il Tar si impone quando si tratta di bilanciare gli inetressi in gioco e vede la prevalenza appunto della tutela della salute e della sicurezza . Inoltre-continuano i magistrati- l’esercizio del potere in base all’articolo 100 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, in base a cui ha agito il questore di Rimini, è connotato da amplissima discrezionalità, e in questo caso, proseguono le toghe, esercitato per un fine di ‘precauzione’, cioè allo scopo di provocare la disaggregazione della criminalità gravitante nel luogo considerato e non di sanzionare responsabilità, coinvolgimenti o inerzie del gestore e la durata della sospensione è stata parametrata a tale esigenza. Per tutti questi motivi quindi per il Tar nel provvedimento del questore non appaiono violati i principi di proporzionalità e adeguatezza al fine perseguito.

Nel giudizio si era costituito il Codacons, difendendo il provvedimento di chiusura, che ora commenta: “Dopo questa decisione del Tar, il Cocoricò sappia prendere adeguati provvedimenti contro lo spaccio di sostanze stupefacenti e a tutela della salute dei giovani, per i quali la discoteca rappresenta un importante punto di riferimento”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7010 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:30443552