Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Cna E-R, regione penalizzata dalla fiscalità

Una regione “penalizzata da una fiscalità assurda”, considerata come “il vero freno alla ripresa”. Ne è convinta la Cna Emilia-Romagna secondo cui Il “principale ostacolo” al rilancio italiano e regionale “è l’eccezionale livello della pressione fiscale effettiva: l’ammontare di tributi e contributi sociali a carico dei contribuenti – scrive l’associazione in una nota – ha raggiunto nel 2013 la quota record del 53,3% del Pil, ben 9 punti sopra i dati ufficiali”. L’Emilia-Romagna, spiega Paolo Govoni, presidente della Cna regionale “risulta estremamente penalizzata da un assetto della finanza pubblica locale che produce una pressione tributaria ormai insostenibile e con vincoli che provocano un costante arretramento di investimenti e competitività. Un dato su tutti: nonostante il rilevante contributo pagato, l’Emilia-Romagna occupa infatti l’ultimo posto nella graduatoria dei trasferimenti statali: 1.429 euro pro capite”. Di fatto, viene sottolineato, “la carenza di risorse trasferite dallo Stato proietta l’Emilia-Romagna, dove i servizi alla popolazione e alle imprese sono più efficienti che nel resto d’Italia, al terzo posto nella classifica della pressione tributaria locale, intesa come sommatoria dei tributi regionali, provinciali e comunali: 1.544 euro”. I numeri messi in fila dalla Cna sono contenuti nel rapporto: “Osservatorio sulla finanza e l’economia territoriale 2013. I casi Veneto, Lombardia, Emilia Romagna”, realizzato dall’Osservatorio Finanza ed Economia Territoriale, promosso da CNA Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto in collaborazione con il Centro Studi Sintesi di Venezia. Nelle tre regioni, viene evidenziato, vivono 19 milioni di persone (il 32% della popolazione italiana) e operano 1,7 milioni di imprese (32% del totale) che valgono il 54% dell’export. Il Pil complessivamente generato in quest’area (620 miliardi di euro nel 2013) equivale al 40% del Prodotto interno lordo italiano. “Questo territorio – osserva nella nota Alberto Cestari ricercatore di Centro Studi Sintesi – contribuisce al 39% delle entrate fiscali nazionali, destinate a finanziare livelli crescenti della spesa pubblica italiana”. Al fine di invertire la rotta, spiega Govoni, bisogna avviare una riforma generale della Pubblica Amministrazione; operare una semplificazione degli enti intermedi di governo; applicare il metodo dei costi standard presso tutti i livelli di governo e per tutte le funzioni pubbliche. Inoltre – aggiunge – per eliminare le penalizzazioni attuali, sarebbe opportuno riequilibrare gli obiettivi del Patto di stabilità interno tra le Regioni, introducendo progressivamente dei meccanismi premiali e abbandonando definitivamente la pratica dei tagli lineari.” A giudizio di Cna, infine, “va attuata con urgenza una riforma del Patto di stabilità che applichi la ‘golden rule’ europea: in pratica – chiosa la nota – le Amministrazioni locali dovrebbero garantire l’equilibrio della parte corrente del bilancio, lasciando sostanzialmente libera la spesa per investimenti”.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_cna_amadei_ok_20140207.mp4


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7010 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:30530200