Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Ciancimino: “Berlusconi? Uno yogurt con la data di scadenza!”

La battuta durante la presentazione del suo libro a Bologna. "54 onorevoli del Pdl chiedono il mio arresto? Segno che sono sulla strada giusta"

“Ho percepito per la prima volta di essere sulla strada giusta quando 54 parlamentari del Pdl hanno chiesto il mio arresto”. A dirlo Massimo Ciancimino, durante la presentazione a Bologna del suo libro “Don Vito”, dedicato al padre, ex sindaco e assessore di Palermo.

Ciancimino ha preso spunto dalle dichiarazioni del pentito Gaspare Spatuzza che sembrerebbero confermare la sua versione di una presenza dei servizi segreti nelle stragi a Falcone e Borsellino: “Non so se sono sulla strada giusta, stabilirlo è compito della magistratura – ha premesso – ma una prima sensazione l’ho avuta quando ho letto che 54 parlamentari del Pdl che il giorno prima erano assenti a una discussione sulla crisi economica si sono premurati di fare un’interrogazione urgente per sapere se ero indagato”.
.

“IL PREMIER E’ COME UNO YOGURT CON LA DATA DI SCADENZA”

“C’é un’aria di ricerca di una nuova entità”, anche perché “si capisce benissimo che abbiamo un premier che è come uno yogurt e ha una data di scadenza”. Così Massimo Ciancimino è tornato, durante la presentazione del suo libro, sulle frasi pronunciate dieci giorni fa a “Annozero” quando disse di sentire “una puzzetta come nel 1992”.
Interrogato dal giornalista Sandro Ruotolo, il figlio dell’ex sindaco e assessore di Palermo ha sottolineato di credere che “nel merito delle esperienze da me vissute in quegli anni ci sono molte analogie con l’attuale momento politico”. Innanzitutto, ha proseguito, “una grandissima instabilità” tanto che “anche oggi si incomincia a vedere la necessità di un nuovo interlocutore politico”. D’altronde per Ciancimino “nascono nuovi partiti come in Sicilia che tra i propri uomini hanno, guarda caso, sempre alcuni vicini a Dell’Utri”.
Una situazione che a Ciancimino fa temere per la sua incolumità personale: “Ma spero che le conseguenze e il tipo di terapie attuate siano diverse”, ha concluso tra gli applausi.
.

“LA MORTE DI BORSELLINO DECISA IN AEREO”

Il destino di Paolo Borsellino fu chiaro a Massimo Ciancimino quando incontrò in aereo il generale Giuseppe De Donno. Così lo stesso Ciancimino ha raccontato di aver risposto ieri sera a Salvatore Borsellino prima di presentare insieme il libro scritto dal figlio dell’ex sindaco e assessore di Palermo. “Salvatore mi ha preso da parte e mi ha fatto una domanda: “Vorrei capire perché e quando si è deciso di uccidere mio fratello?”, ha raccontato Ciancimino a Bologna. “Ho risposto: nel momento in cui, ed è amaro dirlo, quel capitano De Donno mi incontra in aereo e mi chiede un canale privilegiato tra due alti esponenti del Ros e Cosa Nostra”, ha proseguito: “Ecco, lì si è decisa e accelerata la morte di Borsellino”.

Davanti a una folla che l’ha accolto tra gli applausi (gli stessi che l’hanno salutato sul treno da Roma, ha riferito) e ha poi fatto la fila per un suo autografo, Ciancimino ha anche parlato di Bologna, dove vive con la famiglia: “Questa città mi ha accolto con indifferenza e con la stessa cerco di non espormi: amo Bologna e ci sto bene”, ha spiegato, sottolineando di “cercare di non essere ingombrante per nessuno”. A Palermo, invece, “anche ieri la gente che mi incontrava, sputava per terra e guardava da un’altra parte”. Qualche problema solo per il figlio piccolo: “A volte non viene invitato alle feste, perché gli amici hanno paura della mia scorta”, ha rivelato Ciancimino aggiungendo comunque “di rispettare ogni pregiudizio, critica e differenza”.

(ANSA).

Foto di repertorio


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:30 ram:35255848