Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Caso Parmalat-Lactalis. Bondi sentito dai giudici di Milano

L’amministratore delegato di Parmalat,  Enrico Bondi, è stato sentito stamani in Procura a Milano dal pm Eugenio Fusco nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarità nella scalata di Parmalat da parte di Lactalis.  Era stato proprio da un esposto dell’ad del gruppo alimentare che era scaturita l’inchiesta aperta dal pm di Milano e lo stesso Bondi alcuni mesi fa era stato già sentito dagli inquirenti milanesi.  Nell’inchiesta sono indagate 4 persone fisiche, tra cui il manager di Banca Intesa San Paolo, Fabio Cané e sua moglie Patrizia Micucci di SoGen. 

Bondi, che guida il cda di Parmalat che si oppone all’opa del gruppo francese, è stato sentito dagli inquirenti in qualità di persona informata sui fatti. Dopo le perquisizioni del Nucleo speciale di Polizia valutaria della Guardia di Finanza di Milano, dell’11 maggio scorso, negli uffici milanesi di Banca Intesa SanPaolo, di Societé Generale,di Credit Agricole e di Lazard, e in quelli di Brunswick e ImageBuildin, gli inquirenti milanesi hanno iniziato a sentire numerose persone per delineare il quadro dell’ inchiesta. Sono stati ascoltati in Procura alcuni funzionari di Intesa San Paolo e dei tre fondi esteri (Skagen, Zenit e MacKenzie), da cui Lactalis ha acquistato il 15,3% delle azioni Parmalat, e ieri anche Giovanni Ferrero, presidente del gruppo di Alba, e Angelo Benessia, in qualità di legale della famiglia Ferrero,anche lui come persona informata dei fatti relativamente ai contatti tra l’azienda della Nutella e Intesa Sanpaolo. Canè, manager del Corporate Investment banking del gruppo Intesa SanPaolo, è accusato di insider trading, mentre Micucci, advisor e regista dell’operazione con cui lo scorso 22 marzo, in una notte, il colosso francese è arrivato a detenere circa il29% del capitale sociale del gruppo di Collecchio, deve rispondere di aggiotaggio. Accusa ipotizzata anche nei confronti di Carlo Salvatori, presidente di Lazard Italia e di Massimo Rossi, candidato per il Cda di Parmalat come ad o vicepresidente nella lista presentata dai tre fondi esteri. BancaIntesa, Societe’ Generale e Lazard sono indagate in base alla legge 231 del 2001 sulla responsabilità amministrativa degli enti.
(ANSA)


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Gtv srl

Autore

Articolo scritto da: | 1565 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:34 ram:35365664