Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Cani che abbaiano: ogni giorno 15 liti e minacce (anche di morte) fra vicini

CANE ABBAIOL’associazione “AmiciCani” di Lesignano Bagni (Parma) sta monitorando questa incresciosa situazione, e riceve dalle 10 alle 15 telefonate ogni giorno riguardanti liti fra vicini a causa di cani che abbaiano, e quel che peggio liti che spesso sfociano in minacce di morte rivolte all’animale, e talvolta richiedono anche l’intervento delle forze dell’ordine. Purtroppo, sottolineano i vertici dell’associazione “AmiciCani”, capita che dalle minacce di morte qualcuno passi ai fatti; da qui le frequenti notizie di cani uccisi con cibo avvelenato, oppure, in modo ancor più crudele, con vetri e lamette nascoste in bocconi di carne. Il dato, come fenomeno sociale di sempre maggiore irritabilità degli individui e di sempre più difficile convivenza, è tutt’altro che da trascurare. Qualche anno fa una giovane donna, in un centro della Romagna, fu addirittura uccisa da un vicino che non sopportava i latrati del suo cane. Lo si può inquadrare nella casistica, che purtroppo si allarga sempre di più, di violenza derivante da limitate capacità di sopportazione e tolleranza, che emerge da tanti fatti di cronaca. Sembra che l’intera società stia vivendo sempre più “a nervi tesi” (preoccupazioni economiche, senso di insicurezza, ecc.), e che basti un nonnulla per fare esplodere rabbia e conflittualità. Anche il difficile rapporto con gli animali dei vicini può essere un segnale di allarme anche in questo senso. Il presidente Luca Radici, e la vicepresidente Sabrina Silva di “AmiciCani”, hanno preso carta e penna per inviare una lettera alla Gazzetta di Parma, denunciando il problema, e promettendo denunce penali per ogni caso di avvelenamenti, morti sospette, o comunque maltrattamenti di cani: “La legge prevede che il cane faccia parte dello stato di famiglia tanto quanto un essere umano e come un figlio. E come tale va tutelato e rispettato”. Ci sono cose molto più gravi di cui nessuno si scandalizza, né si lamenta, dicono i vertici di “AmiciCani”: quando abbaia un cane, sembra invece che debba cadere il mondo. Forse abbiamo perso il senso delle proporzioni. Basterebbe un po’ più di pazienza e di comprensione per vedere e vivere il problema in una dimensione più relativa. Forse non solo per questo…
In ogni caso, il presidente di AmiciCani e la sua vice ribadiscono la loro promessa: “Faremo tutto quello che ci è possibile come associazione affiancati da un pool di avvocati che collaborano ogni giorno con noi, per scoprire il colpevole di eventuali avvelenamenti o maltrattamenti di cani, e imputargli il massimo delle pene vigenti all’interno dell’articolo di legge del 20 luglio 2004, n. 189. Questa è la legge, che vi piaccia o no”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7150 articoli inseriti

8 Commenti in “Cani che abbaiano: ogni giorno 15 liti e minacce (anche di morte) fra vicini”

  • Massimo Renaldi scritto il 23 agosto 2009 amdomenicaSundayEurope/Rome 7:52

    Anche io, che vivo in una villa quadrifamiliare , ho un vicino con due grossi cani che dalla mattina presto iniziano a latrare ed abbaiare e vanno avanti tutto il giornio. Ho una figlia che fa i turni e la mattina vorrebbe riposare , come tutti del resto ed un’altra gravemente malata , che non riesce a riposare. A parte le leggi che proteggono naturalmente gli animali, chi e o cosa potegge noi? Ogni chiarimento è gradito

  • nando scritto il 13 maggio 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 14:27

    siete degli incivili. il 90% dei possessoro di animali sono persone “incivili” prive del rispetto verso le proprietà attigue, io dopo 8 anni di calvari tra tribunali ecc. sono stato costretto a vendere la mia casa, vi rendete conto siamo nel 2010 e le nostre amministarzioni non sono capaci di capire quando un cane è incopatibile con l’ambiente dove vive, non sono capaci di vedere quando i suoi padroni sono incapaci di controllare un cane..io sfido chiunque a vivere 24 ore al giorno con un cane piantato nel cortile a 20 metri dalle sue finestre che abbaia ore e ore ininterrotamente, credetemi porta all’esaurimento…. purtroppo in Italia la Giustizia per queste persone incivili prevede una misera condanna e basta.. il cane non si sposta di un cm. in Italia prima vengano i cani e poi le persone.. siamo al completo dissesto del diritto umano.

  • nando scritto il 13 maggio 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 14:29

    il bello è che chi la comprata ha i medesimi problemi !!!
    siamo all’assurdo mi hanno fatto causa in quanto non ho fatto presente la situazione !!
    pensate come è contorta la giurispudenza Italiana.

  • marco scritto il 26 luglio 2010 amlunedìMondayEurope/Rome 9:01

    purtroppo io porto un caso da non imitare , ma solo chi prova questi disturbi sa che in questi casi può succedere di tutto!!! io ho passato 5 anni tra mal di stomaco, denuncie, vigili ,carabinieri , senza nessun risultato e con 3000 euro spesi in avvocato . ma una bella domenica di 2 anni fa, il cane del mio vicino inizia ad abbaiare alle 5 di mattina x 20 minuti , allora scendo dal mio vicino e gli chiedo di non rompere più i c……i ,come risposta ottengo, io faccio quello che voglio e devi impazzire!!! dopo neanche un secondo gli rifilato un pugno sui denti, risultato 4 denti sputati… mi costerà 5000 0 6000 euro però i soldi non li becca fino all’ultima sentenza !! probabilmente tra 10 anni , e intanto x paura ha cambiato casa e finalmente si è tornati a vivere!!! forse andava fatto prima…

  • renzo scritto il 15 settembre 2010 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 18:47

    Bravo Marco ma cosi’ si va nei guai meglio agire mettendo l’altro nei guai,comunque il problema e’ grave.
    Come ho gia’ scritto e’ necessario che i non possessori di cani costituiscano un gruuppo numeroso di opinione e di pressione politica.
    Ad esempio,perche’ non votare chi si occupa delle vittime di questo animale ?

  • Antonio scritto il 5 ottobre 2010 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 20:24

    siamo alla follia più pura. Questi dementi adoratori degli animali devono capire che se una bestia dà fastidio alle persone, questa va allontanata. E basta. Altro che ragli a favore di bestiacce che sporcano e dabbaiano a giornata. Il padrone deve essere pienamente responsabile del disturbo arrecato. Non se ne dovrebbe discutere proprio. La gente deve riposare per poi lavorare o studiare. Canari cafoni e decerebrati.

  • Antonio scritto il 5 ottobre 2010 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 20:28

    renzo e marco

    avete pienamente ragione entrambi. Ma cosa fare concretamente? Ipolitici se ne sbattono die problemi reali della gente, anzi fanno demagogia e buonismo per leccare sempre e comunque i poveri animaletti… adesso hanno pure esteso il dovere di soccorso in strada alle bestie… ma dove stiamo andando a finire? Vogliono rovinarci la vita per dei sacchi di pulci puzzolenti? Chi votare? Chi rischierebbe la popolarità difendendo il sacrosanto diritto alla quiete contro feccia come quel persidente di Amicicani, al quale auguro di vedere il proprio figlio sbranato dai suoi adorati puzzolenti cani?

  • will scritto il 13 ottobre 2010 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 21:52

    ragazzi,
    il problema dei cani è devastante. L’Italia è un paese che vive letteralmene di inquinamento acustico di ogni tipo, dai telefonini ai cani. Bisogna combattere, siamo agli inizi, ma dobbiamo lottare anche per chi verrà dopo di noi.
    Forza, non molliamo lapresa, come farebbe un cane con in bocca l’osso

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:35 ram:37936704