Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Calcioscommesse, Bologna in ansia: Portanova indagato e Di Vaio deferito. Spettro penalizzazione

Niente da fare, in ambito calcistico è ormai acclarato che Bologna non possa vivere una sola estate di relativa serenità.
In risposta a chi riteneva che questa nuova ‘vicenda calcioscommesse’ non avrebbe partorito pesanti richieste di provvedimenti da parte della Procura Federale della FIGC, è arrivata nella mattinata di oggi la conferma che, invece, di scandalo vero e proprio si tratta e che ai nastri di partenza dei prossimi campionati potremmo vedere, ancora una volta, stravolti gli organici attuali.
Bonucci (giocatore nazionale e campione d’Italia) accusato di illecito sportivo, Antonio Conte rinviato a giudizio per omessa denuncia. Così, giusto per citare i più noti protagonisti a rovescio del nuovo filone d’inchiesta di Cremona, per il quale sono stati deferiti dal Procuratore Federale della FIGC- Stefano Palazzi- 13 clubs e ben 44 tesserati
E anche il Bologna, come già anticipato, è stato pesantemente coinvolto in questo nuovo, brutto affare calcistico all’italiana. La Procura ha, infatti, deferito Daniele Portanova e l’ex rossoblù Marco Di Vaio. Il difensore è stato rinviato a giudizio per illecito sportivo, l’ex capitano per omessa denuncia.
Palazzi, si legge nelle carte, ha deferito Marco Di Vaio, all’epoca dei fatti calciatore del Bologna, per avere violato il dovere di informare la Procura federale, omettendo di denunciare i fatti integranti illecito sportivo con riferimento alla gara Bologna-Bari del 22 maggio 2011, dei quali era venuto a conoscenza ad opera del calciatore del Bologna Daniele Portanova.
Il difensore rossoblù, quest’anno elevato da Pioli al grado di capitano, rischia ora una lunga squalifica, addirittura tre anni se non sarà in grado di dimostrare la sua totale estraneità ai fatti.
In relazione alla stessa partita (ricordiamo che un Bari già retrocesso maramaldeggiò al Dall’Ara passando 4-0) sono stati rinviati a giudizio anche gli ex baresi Masiello (illecito sportivo) e Rossi (omessa denuncia), oltre al team manager del Bologna, Marcello Sanfelice (sempre per omessa denuncia).
Deferita per responsabilita’ oggettiva anche la società’: il Bologna rischia alcuni punti di penalizzazione in classifica (da due a quattro).
L’unico aspetto positivo della vicenda (se proprio vogliamo trovarlo) è che i deferimenti si fermano qui e non coinvolgono nessun altro dei tanti giocatori rossoblù ascoltati da Palazzi in merito a quel Bologna-Bari.
La notizia del deferimento è ovviamente arrivata nel ritiro di Andalo, smorzando la soddisfazione per l’annunciato ritorno di Cesare Natali in maglia rossoblù (biennale con opzione per il terzo anno), con una mossa che sa anche molto di tampone per il possibile (probabile) stop di Portanova.
Le bocche di giocatori e dirigenti rimangono, al momento, cucite ma in serata è atteso un commento del presidente Guaraldi, giunto in Trentino per la presentazione delle nuove divise da gioco.
E mentre il Codacons chiede il rinvio della compilazione del calendario di serie A prevista per questa sera (richiesta a dire il vero incomprensibile dal momento che a nessuno dei 5 club di A coinvolti viene contestata la responsabilità diretta che potrebbe portare alla retrocessione), Bologna calcistica continua ad interrogarsi, in attesa di vivere un agosto nuovamente torrido non solo dal punto di vista climatico.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 428 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:30 ram:35454552