Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Calcio: il punto sulla Serie A

Gelate dall’incredibile vittoria dell’Inter contro il Siena (“qualcuno avrà lanciato i televisori giù dalla finestra, stasera”, ha commentato, ridendo, Mourinho a fine partita), Juventus e Milan giocheranno questa sera a Torino una delle gare più importanti della stagione, quella che con ogni probabilità eleggerà ufficialmente la squadra “anti Inter 2010”. In attesa del big match di stasera, nel pomeriggio, la partita più importante è stata la sfida Champions tra Napoli e Sampdoria, vinta (1-0) da un Napoli quanto mai determinato. Bene anche Fiorentina (2-1 sul Bari) Genoa (2-0 sul Catania) e Palermo (1-0 sull’Atalanta). Perfetta gara da trasferta per il Cagliari che ha portato via tre punti sul campo del Bologna. In zona retrocessione, l’ottimo Livorno di Cosmi ha battuto 2-1 il Parma rivelazione di Guidolin. Buono il pareggio della Lazio a Udine (1-1).

Bologna-Cagliari 0-1
La difesa del Cagliari funziona eccome e il Bologna, che fa la partita sin dal primo minuto, non trova un’idea che sia una per metterla in crisi. Ne viene fuori una partita di noia esemplare: in tutto il primo non si vede un’occasione da gol degna di questo nome. Nel secondo tempo i padroni di casa entrano in campo più ispirati e Di Vaio sfiora il vantaggio al 4′ st. Cambia il registro e il Bologna arriva a un passo dall’uno a zero altre tre volte. Ma è il Cagliari a passare, con Matri che mette dentro a porta vuota un bell’assist di Parola. Lo schema iniziale della partita (Bologna a cercare di giocare, Cagliari a difendersi) si accentua. Ma gli attacchi dei rossoblù non producono altro che illusioni, come al 47′ st quando Marazzina divora l’ultima occasione.

Fiorentina-Bari 2-1
Gara vivace sin dall’avvio, con la Fiorentina a spingere e il Bari a contenere e cercare il contropiede. Al decimo i viola sfiorano il vantaggio con una doppia occasione: colpo di testa di Gilardino, parato alla meglio da Gillet, la respinta di Santana colpisce di nuovo il portiere. Al ventesimo grande azione sulla fascia di Santana che serve Gilardino sotto rete: il colpo del centravanti è impreciso e la palla finisce alta. A sorpresa, al 25′ passa il Bari. Su calcio d’angolo: batte Ribas, Ranocchia fa da torre e Barreto che aveva tagliato sul secondo palo la mette dentro. La Fiorentina non perde la testa e organizza una reazione veemente ma ragionata che si concretizza al 38′ con un colpo di testa ravvicinato di Mutu.
In avvio di ripresa si infortuna Ranocchia, cade male su una caviglia, al suo posto Belmonte. Il Bari rischia comunque di tornare in vantaggio all’11’ st con uno spaventoso tiro di Meggiorini che coglie il palo interno. Due minuti dopo, però, arriva il secondo giallo per Almiron e il Bari resta in 10. Al 30′ com’era a quel punto prevedibile la Fiorentina mette un’ipoteca sulla gara: splendido colpo da fuori area di Montolivo, traversa piena. Sulla respinta Castillo non sbaglia: 2-1. Proprio Castillo rischia di riaprire la gara, rimediando un’espulsione al 35′ st dopo un intervento insensato su Kamata. Ma ormai, per il Bari, non c’è più tempo.

Genoa-Catania 2-0
La partita comincia bene, poi piano piano rallenta fino a impantanarsi. Almeno fino al 28′, quando il Catania resta in dieci: Bellusci frena la corsa di Suazo rovinandogli addosso, secondo cartellino gialli in 18 minuti. La conseguenza diretta è che il Genoa passa in vantaggio: al 36′ Criscito crossa dalla sinistra per Mesto che, decentrato, di testa infila prendendo in contro tempo Andujar. Il Catania cerca di non farsi sopraffare ma non ci riesce e al 26′ st Sculli di testa mette la parola fine al gara.

Livorno-Parma 2-1
In avvio il Parma schiaccia il Livorno nella propria metà campo. Ma la supremazia non produce nulla di buono e anzi crea spazi interessanti per i toscani: è proprio sfruttando uno di questi spazi che Tavano, al 22′ porta in vantaggio i suoi regalando una gioia a Serse Cosmi. Ancora Tavano rischia di raddoppiare al 2′ st ma il suo tiro a giro è fuori misura. Il Parma non sembra più la squadra precisa e misurata che avevamo ammirato sin qui. La squadra di Guidolin sembra sciogliersi definitivamente al 17′ quando Lucarelli chiude benissimo uno dei tanti contropiedi concessi. 2-0. Ma al 23′ Dzemaili (forse con la complicità di Zaccardo) riapre il match, con un gol di piatto, da fuori area. Il Livorno però non perde la testa e riesce a impedire ogni iniziativa al Parma fino alla fine.

Napoli-Sampdoria 1-0
Dopo undici risultati utili consecutivi il Napoli cerca di rispondere alla Roma, sua avversaria diretta per la zona Champions. Contro la Samp, sul campo poco praticabile di un San Paolo pieno di 50mila tifosi, i primi 20 minuti sono piuttosto noiosi. Al 20′ la gara perde uno dei suoi annunciati protagonisti: Lavezzi tenta uno scatto e si ferma per un problema muscolare. È costretto ad uscire, al suo posto Denis che nemmeno dieci minuti dopo si mangia un gol incredibile. L’argentino si rifà al 26′ st con uno stacco perfetto che anticipa sia Castellazzi sia Zauri. La Samp sotto di un gol si scuote, cerca di organizzare una reazione ma il Napoli difende con ordine, portando a casa un risultato fondamentale e tornando quarta in classifica, un punto sopra la Roma e tre sopra la Fiorentina.

Palermo-Atalanta 1-0
Dopo il terremoto dell’addio di Conte, Bonacina punta forte su Doni. Ma la sua Atalanta sembra molto insicura. Ne approfitta il Palermo che in avvio schiaccia i nerazzurri nella loro area e più volte arriva vicino al vantaggio (in particolare con Budan al 16′ e Cavani al 17′). La partita fatica ad entrare nel vivo e di fatto si “giochicchia” fino al 25 st’ quando Talamonti stende in area Cavani. Rigore. Dal dischetto realizza lo stesso Cavani. L’Atalanta cerca di riprendere il match ma il Palermo non si scompone, si difende con ordine e porta a casa i tre punti.

Udinese-Lazio 1-1
Passa la Lazio al 16′ quando Floccari (alla terza rete in due gare) vola più alto di tutti in area bianconera e colpisce alla perfezione un’ottima punizione di Baronio. Qualche colpa di Handanovic, insicuro nell’uscita. La reazione dell’Udinese è rabbiosa e si concretizza al 27′ con una splendida punizione a giro di Di Natale. L’Udinese è scatenata, continua a macinare gioco e al 37′ sfiora il vantaggio con Sammarco. Ottima parata di Muslera.
Nel secondo tempo l’Udinese rallenta e il match si trasforma, diventa pigro. Le conclusioni si fanno sempre più rade fino ai minuti di recupero quando l’Udinese sfiora il vantaggio con Siqueira, ma Muslera salva la porta e il punto.

Roma-Chievo 1-0
Una rete di De Rossi al primo minuto e una prestazione strepitosa di Toni hanno fatto la differenza tra Roma e Chievo. I giallorossi, nonostante l’espulsione del portiere Doni (episodio che ha lasciato la squadra in dieci per 80 minuti), sono riusciti a portare a casa tre punti fondamentali in chiave Champions. Pizarro ha sbagliato un rigore.

Inter-Siena 4-3
Una delle peggiori Inter della stagione conquista tre punti che rischiano di fare più male a Juventus e Milan che bene ai nerazzurri. Il Siena di Malesani parte alla grande con un gol bellissimo di Maccarone. L’Inter reagisce un po’ scompostamente e si rimette in carreggiata portandosi addirittura in vantaggio grazie ai gol di Milito e Snejider. Sul 2-1 però i nerazzurri escono dal campo e il Siena s’impossessa del match portandosi sul 3 a 2 (Ekdal e ancora Maccarone). Nel finale, però il grande carattere della squadra di Mourinho e una decisiva dose di fortuna ribaltano tutto: in gol prima Sneijder su punizione (Malesani ha contestato ma il fallo c’era) e poi Samuel al 48′ st.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Maurizio Rizzi

Autore

Articolo scritto da: | 1339 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:35239880