Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bologna: truffavano anziani con sistema della “cauzione”. Nove persone fermate

Truffavano persone anziane usando il sistema della ”cauzione” da pagare per il rilascio di un parente fermato dopo un incidente stradale, e con questa tecnica avevano realizzato, o in alcuni casi solo tentato, 43 colpi in tutta Italia, incassando in media, quando il raggiro riusciva, tra i 1.000 e i 1.200 euro. Il loro business e” pero” stato smantellato nelle prime ore di questa mattina, quando a Napoli i Carabinieri di Bologna, supportati dai colleghi campani, hanno eseguito nei confronti di nove persone un”ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip bolognese Ines Rigoli per associazione a delinquere. In quattro sono finiti in carcere, altri quattro sono ai domiciliari, mentre il nono componente della banda si trova all”estero ed e” ancora ricercato. Oltre a loro sono indagate 12 persone, coinvolte a vario titolo nelle truffe. Il modus operandi era sempre lo stesso: uno di loro, che si presentava come ”avvocato Molinari”, telefonava alla vittima dicendole che il figlio era trattenuto in caserma dopo un incidente perche” privo assicurazione, e che doveva pagare una cauzione, altrimenti il figlio avrebbe rischiato il carcere”. Il finto avvocato “diceva poi di chiamare i Carabinieri, fornendo un numero falso”. Allora la vittima chiamava, ma il truffatore rimaneva in linea; il tutto nel lasso di tempo di un minuto durante il quale la vittima credeva di chiamare la Casaerma, “ma in realta” chiamava la stessa utenza, e le rispondeva il sedicente ”maresciallo”, che confermava la storia”. A questo punto la vittima richiamava il legale, che le diceva “che avrebbe mandato qualcuno a ritirare i soldi”, cosa che avveniva dopo pochi minuti.
Dalle indagini, svolte tra gennaio e aprile, e coordinate dal pm di Bologna Marco Forte, e” emerso che la banda, che aveva la propria base operativa a Napoli, si divideva in due ”batterie”. L”organizzazione, svelano poi i Carabinieri, era collegata al clan Contini di Napoli, a cui versava una tangente. Dal momento che solo nove delle 43 truffe si sono svolte nel bolognese (in citta” e a Castenaso), e che la banda faceva base a Napoli, la Procura ha deciso di rimettere gli atti al capoluogo campano, proseguendo le indagini solo per i casi riguardanti Bologna e provincia. Altri filoni di indagine saranno portati avanti dalle Procure delle altre citta” in cui si sono consumate le truffe, tra cui, in Emilia-Romagna, Ferrara, Modena e Parma.
Secondo il procuratore capo di Bologna Giuseppe Amato “l”operazione ha un importante valore simbolico, perche” si inserisce nell”attivita” di contrasto che si sta portando avanti contro questi crimini particolarmente odiosi”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Tommaso Costa

Autore

Articolo scritto da: | 1443 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:25 ram:35416288