Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bologna, rialzati in fretta

Terza sconfitta in campionato per i rossoblu. La più dura e dunque quella da far figerire prima possibile


Ventiquattro ore dopo las confitta di Cagliari le cose sono ancora peggiori, se possibili, della sconfitta a caldo. Il presidente Porcedda è stato esplicito. Voleva vedere carattere e così non è stato. Viviano, che non ha peli sulla lingua, è stato altrettanto esplicito. Malesani, invece, si spera, possa essere un po’ come il padre, che non critica troppo i suoi davanti ai taccuini, per poi strigliarli negli spogliatoi. Sì, perché se pensa davvero quello che ha detto, è chiaro che non si sta rendendo conto della brutta piega che la situazione sta prendendo. Si perché se tre indizi fanno una prova, dopo Palermo, Juventus e Cagliari, non si può fare orecchie da mercante. Si parla di essere coerenti e così dopo la partita con la Juve, fuori dal coro avevamo indicato come la prestazione era da dimenticare e solo il risultato poteva essere salvato. In troppi avevano guardato il risultato in maniera superficiale e dato troppo peso all’episodio del rigore. Se la Juve avesse vinto non avrebbe rubato nulla. Ai punti avrebbe vinto 10-1. Così ieri: primo tempo imbarazzante, incapaci di superare la metà campo, aiutati solo dal Cagliari che ha avuto troppa voglia di vincere e sotto porta è stato impreciso. Nessuno ci venga a raccontare che il modulo era spregiudicato, perché nessuno ha visto il 4-3-3, ma un 4-5-1, nel quale Paponi e Buscè non sono riusciti né ad aiutare in difesa, né aiutato nella parte offensiva. Così semplici carneadi come Perico, Laner o Naigolan, sono sembrati veri e propri muri o frecce che si inserivano come il coltello nel burro.
Bisogna cambiare mentalità e speriamo che il manico, cioè il tecnico, abbia le contromosse. Fino ad ora ha cercato di mantenere lo stesso assetto anche quando non era necessario, una scommessa non riuscita molto bene, mentre anche sui protagonisti ci sarebbe da discutere. Ci si chiede se insistere sulla difesa che dopo il Lecce ha subito più reti possa essere giusto. E’ chiaro da un mese che Britos è in riserva, o comunque, non è il giocatore visto nei momenti migliori, è viene tenuto in campo come fosse una icona sacra, utilizzando Cherubin, che probabilmente merita di più, in un ruolo non suo, che ha svolto con ordinaria applicazione contro Krasic, mente ieri Perico ha fatto il bello e il cattivo tempo. Se il Bologna vuole giocare a difendersi, lo deve fare con i giocatori giusti: la squadra con la Juve non ha girato, non è possibile tenere in considerazione solo il risultato. Invece Malesani lo ha preso per buono e ha continuato sulla strada sbagliata.
Ora ci sarà una settimana davvero di fuoco: Lecce e Brescia in casa, con il Genoa a Marassi mercoledì sera diranno molto sul futuro rossoblù. Soprattutto ci faranno capire se i Bologna avrà il carattere per uscire con le proprie forze da una brutta situazione, oppure dovrà contare sulle disgrazie altrui, visto che comunque altre formazioni come Bari, Cesena, Parma, che con il Bologna condividono l’ultimo posto, ma pure Brescia, Catania e Lecce, che stanno poco più su non stanno certo vivendo un bel momento. Non è certo che mal comune sia mezzo gaudio, ma è semplicemente per far capire che i problemi non esistono solo in casa rossoblù


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 3306 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35191360