Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bologna: nuovo falso allarme bomba. Trovati volantini siglati BR vicino agli uffici giudiziari

Dopo gli episodi di ieri, nuovo falso allarme bomba a Bologna questa mattina. Intanto la procura felsinea ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti per istigazione a delinquere sul ritrovamento in questi giorni di tre volantini siglati Brigate Rosse nei dintorni degli uffici giudiziari.

Dopo le telefonate anonime arrivate ieri al centralino degli uffici giudiziari, nuovo falso allarme a Bologna, questa volta in Piazza Maggiore. Una telefonata anonima è arrivata verso le 10 alla sala operativa del 113 della Questura di Bologna e ha fatto scattare un allarme bomba, risultato falso, in Piazza Maggiore e a Palazzo d’Accursio, sede del Comune. Nella telefonata si faceva riferimento alla presenza di un ordigno nella piazza, ma gli artificieri intervenuti poco dopo hanno esteso le verifiche e la bonifica anche al palazzo comunale, che non è stato però evacuato. I controlli hanno dato esito negativo. Proprio ieri mattina erano arrivate chiamate anonime che hanno lanciato un falso allarme bomba e gli uffici della Procura sono stati evacuati. Bisognerà capire se gli episodi sono correlati. Intanto la procura felsinea ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti per istigazione a delinquere sul ritrovamento di tre volantini siglati Brigate Rosse nei dintorni degli uffici giudiziari. Del fascicolo si occupano il procuratore capo Roberto Alfonso e il pm Antonello Gustapane. Un primo volantino è stato trovato martedì da un avvocato nell’androne di un palazzo davanti alla Procura di via Garibaldi, un secondo in un condominio sempre nel centro storico, il terzo ieri in un altro edificio in piazza dei Tribunali, vicino alla Corte d’Appello. Sono state acquisite le immagini delle telecamere della zona e le indagini sono seguite da Polizia e Carabinieri. A chi gli ha domandato di un possibile nesso tra i volantini e le telefonate anonime arrivate ieri, il procuratore aggiunto Valter Giovannini, delegato ai rapporti con la stampa, ha risposto: “E’ prematura qualsiasi ipotesi. Polizia e Carabinieri stanno lavorando insieme per individuare l’autore o gli autori e eventuali ‘postini'”. Bisognerà infatti cercare di datare quando i volantini sono stati lasciati nei tre luoghi. In cima ai tre fogli, identici, c’è un’immagine, presumibilmente presa dal web, che ricorda molto da vicino il simbolo delle Brigate Rosse nella bandiera che si vede nella storica foto in cui è ritratto Aldo Moro. Il testo sembra monco di una premessa. All’inizio vengono riportate, anche in questo caso in modo simile a contenuti disponibili sul web, risoluzioni strategiche che si rifanno a fatti del passato, come ad esempio l’assalto al carcere di Casale Monferrato per la liberazione di Curcio. Più avanti, il volantino ‘affronta’ anche l’attualità, riferendosi a carceri stracolme, prendendosela con il Pdl e con l’ex premier Berlusconi e si parla di un progetto politico e di ipotetiche azioni. Il volantino conclude inneggiando alla “lotta armata per il comunismo”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 987 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:30 ram:30602256