Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bologna nel futuro: come sarà?

Piano strategico metropolitano: infrastrutture ma anche cultura. Tira vento di cambiamento sotto alle Due Torri e Bologna deve tornare attiva sul terreno della competitività. Quali scenari per il futuro?

Come sarà la Bologna del futuro? E come se la immaginano i bolognesi? A tracciare il disegno urbanistico e infrastrutturale oggi ci pensa il Piano Strategico Metropolitano che dovrebbe recuperare un po’ dello smalto perduto e rilanciare Bologna come realtà d’eccellenza nel lavoro, nella cultura, nella qualità della vita. Una città che deve rimettersi in gioco insomma, se non vuole essere esclusa dal panorama internazionale. E gli stravolgimenti in cantiere sono numerosi, qualche nostalgico direbbe quasi come ai tempi del “sindaco della ricostruzione”, Giuseppe Dozza, che negli anni ’50 prese in mano una città uscita dalla guerra e avviò la ricostruzione edilizia e infrastrutturale. Ma qui si parla di 2021 e di una città che deve tornare competitiva. Nodo geografico strategico per le comunicazioni, aeroporto al settimo posto nella graduatoria nazionale per numero di passeggeri, sistema di trasporti in via di definizione. Ci sarà il Passante autostradale a nord della città, che dopo dieci anni di progetti dovrebbe vedere la luce, ci sarà il People Mover, la navetta che collegherà stazione e aeroporto – resta da capire se portare una fermata anche alla Fiera – e poi il Servizio Ferroviario Metropolitano. Qui si è in attesa dei fondi che erano destinati all’ex metrò e che il Cipe sbloccherà presumibilmente in settembre. A dicembre sotto alle Due Torri ci sarà il forum conclusivo in cui verrà firmato il patto per la città che darà il via alla realizzazione dei progetti.
Spostiamoci in centro. Nella Bologna del futuro vediamo una ex caserma con uno spazio di otto ettari trasformata in campus universitario. Dobbiamo fare uno sforzo con l’immaginazione, ma intanto a settembre partiranno i primi sopralluoghi nell’area demaniale della Staveco, che il Comune intende cedere gratuitamente all’Alma Mater Studiorum. Forse l’università più antica del mondo occidentale potrebbe così recuperare punti in classifica, visto che si trova tra la posizione 200 e 300 nella graduatoria mondiale degli atenei. Sulle altre aree militari, le caserme Sani e Masini, pende un punto interrogativo. Certo quando si semina cultura bisogna poi mantenere vivo l’interesse della popolazione. Un discorso che potrebbe valere anche per la già attiva Manifattura delle Arti (con Mambo e Cineteca) e la sua trasformazione studiata dalla giunta Vitali da polo industriale a polo culturale. Tornando ai giorni nostri, c’è ancora un’importante fetta di città in via di cambiamento: il Policlinico S.Orsola-Malpighi, con il nuovo restyling e la recente ipotesi di vendere l’area del Malpighi.
E poi la cittadella del Bologna calcio. Ventidue ettari di superficie con dodici campi da calcio, pista ciclabile, foresteria, palestra, centro medico sportivo e così via. A Quarto Inferiore, Granarolo. Mentre per vedere rinnovato il vestito del Dall’Ara dovremo aspettare: qualche progetto c’è ma resta il problema economico.
Intanto per il Piano Strategico Metropolitano sono già stati spesi 340mila euro: un terzo per i costi dei quattro contratti del personale, un terzo per sede e utenze e un terzo per i report di avanzamento dei lavori. Sulla carta c’è tutto. Resta da capire quando cominceremo a vedere aprire cantieri in città.
E mancherà una cosa nella Bologna del futuro, o meglio, scarseggerà. I bolognesi. Saranno un po’ meno, visto che la tendenza è quella del decremento, a fronte della crescita della popolazione straniera. 383.949 residenti al 30 giugno, a fronte di quasi 55mila stranieri, pari a oltre il 14%.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 1008 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:27 ram:37747312