Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bologna: il caso Delbono ancora in aula

Il Cinzia-gate (o almeno la prima
parte) arrivera’ davanti a un giudice il 3 dicembre: si terra’
infatti quel giorno, davanti al gup Bruno Perla, l’udienza
preliminare per il primo filone dell’inchiesta che ha portato
alla caduta dell’ex sindaco Flavio Delbono, accusato di aver
utilizzato i soldi della Regione Emilia-Romagna (al tempo in cui
ne era vicepresidente) per pagare vacanze e spese personali per
l’allora fidanzata Cinzia Cracchi. Al giudice spettera’ la
decisione sul rinvio a giudizio, chiesto dal pm Morena Plazzi. In
questo primo filone dell’inchiesta entro’ poi anche il capitolo
delle pressioni che Delbono mise in atto nei confronti di Cracchi
affinche’ non dicesse tutta la verita’ ai magistrati e non
consegnasse loro il bancomat del suo amico Mirko Divani che la
donna utilizzava per spese personali. Delbono le chiese incontri,
le offri’ soldi (11.000 euro in contanti, che la donna
successivamente consegno’ in Procura) con l’impegno ad
aggiungerne altri in seguito, e la promessa di farla tornare in
Comune progettando di realizzare un ufficio Cup a Palazzo
d’Accursio. In questo filone, e’ finita sotto indagine anche l’ex
assessore al Welfare e ‘fedelissima’, Luisa Lazzaroni, che
avrebbe aiutato Delbono nel tentativo di convincere Cracchi a non
parlare.
Il pm Plazzi ha chiesto il rinvio a giudizio accusando Delbono
di peculato, truffa aggravata, induzione a rendere
false dichiarazioni ai pm e intralcio alla giustizia; di questi
ultimi due reati (che si riferiscono alle pressioni su Cracchi)
deve rispondere anche Lazzaroni. Per l’ex assessore della Giunta Delbono e’ stata invece chiesta l’archiviazione per il reato di false
dichiarazioni al pm, contestatole dopo le ‘bugie’ raccontate a
Plazzi sulle presunte buste consegnate a Cracchi per conto di
Delbono. Queste due buste non erano mai esistite, si affretto’ a
dire Lazzaroni dopo aver ricevuto l’avviso di fine indagine che
la accusava di aver mentito: torno’ in Procura e spiego’ di
essersi confusa a causa della pressione mediatica di quei giorni.
Questa ritrattatazione delle precedenti dichiarazioni (fatte
quando era ancora solo testimone) ha poi portato il pm Plazzi a
chiedere per lei l’archiviazione, limitatamente per questo reato.
(Fonte – Dire)


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 1444 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:25 ram:37945112