Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bologna: Gimenez dall’inizio con il Chievo

Questo l’elenco dei venti giocatori convocati dal tecnico Franco Colomba per la partita Chievo-Bologna, valida per la ventiduesima giornata del campionato di Serie A, in programma domenica 31 gennaio alle ore 15.00 presso lo stadio “Bentegodi” di Verona.

Portieri: Colombo, Spitoni, Venturi
Difensori: Britos, Lanna, Moras, Portanova, Raggi, Santos, Zenoni
Centrocampisti: Bombardini, Casarini, Guana, Modesto, Mudingayi
Attaccanti: Adailton, Di Vaio, Gimenez, Savio, Succi

A fine allenamento, Franco Colomba ha rilasciato la consueta conferenza stampa

Mister, contro il Chievo Gimenez potrebbe partire dall’inizio, dopo la doppietta contro il Bari?
“Può essere: sta bene, in settimana ha mostrato di poter lavorare anche in fase di copertura, oltre a garantire le giocate di cui è capace. Mi interessa che dia anche quantità e continuità, oltre alla qualità: penso che lo possa fare”.

Intanto è stato ufficializzato lo scambio di comproprietà: Valiani al Parma, da cui arriva Pisanu. Manca ancora il centrocampista centrale che cercavate.
“Un’operazione che tende a fare l’interesse comune delle due società: Valiani è un giocatore encomiabile sotto per la sua grande generosità, Pisanu ha qualità valide che ci saranno utili. Essendoci rinforzati qualitativamente sugli esterni, se non dovesse arrivare anche un centrocampista centrale che possa farci fare il salto di qualità non mi strapperò i capelli; non dimentichiamo che Appiah sta facendo passi importanti sulla via del recupero: ha piede, rapidità di pensiero, perché non contarci?”.

Teme che possa partire Zalayeta?
“Non ho notizie in questo senso: è un nostro giocatore, di peso e di qualità, e se resta con noi sono contento”.

Intanto domani si gioca a Verona.
“Il Chievo è una squadra riconosciuta come bestia nera di tante avversarie. La squadra di Di Carlo è organizzata, aggressiva, compatta, corta, ha fisicità in difesa e rapidità davanti. Un avversario da affrontare come abbiamo fatto nelle ultime partite, senza presunzione ma neanche con con troppa deferenza. Noi andiamo a giocarcela su tutti i campi: il prossimo che ci capita è quello di Verona”

Ci andate con maggiore convinzione, dopo i sette punti conquistati in una settimana?
“Vedo che la squadra comincia a percepire una propria identità, ma non solo da questa settimana: già dopo la sconfitta interna contro il Cagliar, squadra che di solito costruisce molto e che con noi ha fatto un solo tiro in porta, avevo capito che avremmo potuto recitare tranquillamente il nostro ruolo in questo campionato. La condizione è quella di mantenere gli equilibri che abbiamo trovato: passa attraverso la volontà e il sacrificio di tutti i giocatori”.

Il Chievo è da inserire tra le squadre che lotteranno per la salvezza?
“Ha un margine importante: per ricaderci bisognerebbe che crollasse, e non credo che avverrà, conoscendo Di Carlo e considerando che è una società ormai navigata. Il Chievo sta facendo un buon campionato che penso li porterà ad una salvezza meno complicata rispetto ad altre squadre”.

Ora respira anche il Bologna, ma in passato è capitato che in questi momenti ci fosse un calo di tensione.
“Questa squadra non si rilasserà: non è quello che si evince dagli allenamenti. Se arrivasse una brutta partita, e ci può stare, non sarà per una questione di rilassamento. In questi casi, quando vedo un calo di intensità, intervengo”.

In difesa è tutto deciso?
“Più o meno, s. Abbiamo quattro centrali, oltre a Raggi che può giocare anche in mezzo, e le scelte sono legate ai momenti, dato che c’è equilibrio di valori: in questi casi, se si crea un’intesa non la spezzi, a meno che qualcosa smetta di funzionare. Anche Santos è sulla rampa di lancio: deve saper aspettare il suo momento, perché in Serie A, specie in difesa, devi essere sicuro di non toppare; lui deve ricevere e recepire insegnamenti, oltre ad affinare la lingua, dato che si trova in un ruolo che richiede prontezza nel dare e comprendere indicazioni tattiche, dialogo e collaborazione con i compagni nelle varie situazioni di gioco. Ma lo sto apprezzando perché si impegna sempre molto e, com’è arrivato il momento di altri, probabilmente arriverà anche il suo”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Maurizio Rizzi

Autore

Articolo scritto da: | 1339 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:35233352