Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bologna. Fuoco di fila del Pd contro Lepore

Ha scatenato un vero e proprio fuoco di fila contro di sè, come del resto era prevedibile, l’intervista che l’assessore bolognese Matteo Lepore ha rilasciato al quotidiano il Corriere di Bologna in edicola domenica, riuscendo nell’impresa di unire in un sol colpo correnti, mozioni congressuali contro un unico bersaglio: se stesso. Basta il titolo scelto per sintetizzare i contenuti dei suoi ragionamenti: “Il pd? Come Lega e Forza Italia”. Un nervo scoperto questo, dall’arrivo del renzismo; l’accusa più grande oltre a quella di aver perso lo spirito di quella sinistra che sapeva stare tra la gente. Ma non è finita. Dice Lepore al quotidiano: “Basta con l’uomo solo al comando”. Eppure, proprio questo concetto fa parte dei “mea culpa” inanellati dallo stesso Renzi anche in questi giorni nei quali è stato impegnato al Lingotto. Ciò nonostante, l’assessore bolognese che ha ingaggiato una battaglia per la legalità e la sicurezza in uno dei quartieri storici del capoluogo, come la Bolognina e lo ha fatto in coppia con l’ex leghista, oggi civico manes bernardini, è arrivato a dire che nelle piazze e nelle fabbriche incontri solo quelli del M5S.
L’unico che però non butterebbe giù dalla torre è Andrea Orlando che dichiara di sistenere nella partita per la segreteria del pd. Poco per i democratici che stamattina hanno replicato piccati a queste parole.

Per la senatrice renziana Francesca Puglisi, Lepore deve “chiedere scusa” per le sue parole giudicate “gravissime”. “Per il rispetto che dobbiamo a tutti coloro che credono in questo partito, chiunque sia il segretario che lo guida, credo che debba chiedere scusa a militanti ed elettori”. L’accusa della Puglisi è che “l’assessore stia usando lo stesso ritornello dei 5 stelle quel “siete tutti uguali” apparso particolarmente indigesto. E dopo aver snocciolato tutti i provvedimenti giudicati positivi e portati a casa dal “renzismo”, conclude “esigendo rispetto: per il lavoro che tutti assieme stiamo facendo in Parlamento e per tutti quelli che credendo in un’idea e condividendo gli stessi ideali lavorano alle feste dell’Unita’. A farle eco il deputato Andrea De Maria, che sostiene Orlando, che non è mai stato renziano ma che difende il Pd.
“Io mi batto per un Pd piu’ forte e radicato che lavori ad un nuovo Centrosinistra, che nasca dal basso e di cui il Pd sia il primo protagonista, senza arroganza ed in un progetto che sia aperto ed inclusivo”. De Maria assicura: “Non faro’ un congresso contro Renzi, che stimo, ma per il candidato, Orlando, che meglio interpreta, a mio avviso, la grande priorita’ di oggi: unire il Pd per unire il centrosinistra. Chiunque vinca sara’ anche il mio segretario e con lui lavorero’ con lealta’ e impegno, come ho sempre fatto. E credo che tutti debbano fare lo stesso, a partire dai toni che si usano nel confronto congressuale”.
A prendere la parola anche il deputato renziano Gianluca Benamati: “Le parole di Matteo Lepore di ieri sul Corriere di Bologna dove si equipara il voto al PD a quello a Forza Italia ed alla Lega Nord sono semplicemente sbagliate nel merito e offensive per i tanti militanti ed elettori del PD. Il PD di Matteo Renzi è e rimane il perno del centro sinistra in Italia ed in Europa. Capisco il clima congressuale ma una comunità politica di cui si vuole fare parte va rispettata. Sempre.”
La difesa prende la parola per bocca del sindaco Virginio merola secondo il quale non ci sarebbe niente di cui scusarsi spiegando che a suo avviso lepore non si sarebbe espresso contro il partito ma contro un trend che ha fatto trascurare i ceti popolari. “Se poi uno prende la verita’ come un’offesa, e’ un altro problema. Non c’e’ niente da scusarsi”


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Antonella Zangaro

Autore

Articolo scritto da: | 872 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:28 ram:34971328