Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bisoli: un motivatore per il Bologna

Il tecnico di Porretta, ad un passo dall’approdo sotto le Due Torri, è riuscito ad ottenere una doppia promozione a Cesena grazie alla grinta e al suo modo di giocare, capace di adattarsi ad ogni avversario

di Luca Del Favero

Adattare il modulo ai giocatori e all’avversario prima e durante ogni partita. E’ questo il credo di Pierpaolo Bisoli, vero e proprio stratega della panchina e tra i più interessanti allenatori della nuova generazione. Nei suoi due anni al Cesena, in cui conquistò una doppia promozione dalla Lega Pro alla serie A, il tecnico di Porretta ha mostrato di saper correggersi in corsa e di presentare sempre il modulo migliore in ogni occasione. Dal 3-5-2 proposto nell’anno della promozione in B, al 4-4-1-1 della passata stagione, che poteva diventare anche un modulo con due attaccanti e tre difensori in caso di necessità. In novanta minuti il Cesena ha cambiato molte volte pelle, mostrando di non risentire mai delle correzioni tattiche. Le fortune di Bisoli a Cesena sono arrivate grazie ai due esterni di centrocampo Giaccherini e Schelotto, a cui era stata data la libertà di manovra sulle fasce. Il segreto di Bisoli sta però nel motivare i giocatori e nel riuscire a tirare fuori il meglio da ogni pedina, anche da chi era alle prime esperienze in un campionato come la serie B. Pressing e attenzione tattica sono sempre state le armi in più, tanto che al minimo errore l’allenatore non risparmiava urla e rimproveri, mandando il giocatore a sedersi in panchina se non lo seguiva alla lettera. Gli esempi più lampanti sono stati Malonga e Schelotto, non sempre concentrati in allenamento e più volte stimolati, anche con le cattive, tanto che l’attaccante francese è stato ad un passo dal lasciare Cesena a gennaio. Il lavoro ha poi pagato, perché Malonga è stato decisivo per la promozione in A, e Schelotto determinante con i suoi cross. L’unico tallone d’Achille di Bisoli è il carattere troppo focoso che deve essere in perfetta sintonia con la dirigenza. A Cesena i rapporti si raffreddarono a febbraio, tanto che il divorzio tra le parti venne sancito ben prima della fine del campionato, mentre a Cagliari qualche decisione non sposata dal presidente Cellino lo portò all’esonero dopo poche giornate.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 3302 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:35261640