Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Biotestamento: a Bologna si vota il 25 gennaio. Ma c’è chi pensa che la questione debba rimanere solo in un ambito sanitario

4testamento-biologico1Il voto sul registro dei testamenti biologici nel comune di Bologna è stato fissato per il 25 gennaio e precederà la “maratona” di tre giorni sul bilancio, in programma dal 27 al 29. Per garantire che non ci sia nessun ritardo, la delibera sul biotestamento, che non è ancora stata ultimata dalla segreteria generale, sarà messa in cima ai lavori della seduta. Per la manovra, invece, il presidente del Consiglio comunale Maurizio Cevenini ha fissato un calendario diviso in tre parti. Il 27, dopo le cerimonie in forma congiunta con il Consiglio provinciale per la Giornata della memoria, e il 28 saranno dedicati all’esposizione e alle dichiarazioni di voto, mentre il 29, dalle 9 del mattino, si passerà alle votazioni. Quindi alle 11 si terrà la consueta seduta di question time.

MA PER L’ON. DONATA LENZI (PD),LA COMPETENZA E’ DELLA SANITA’

“E’ positivo che si discuta e si prenda posizione nel Consiglio comunale di materie sanitarie e di organizzazione sanitaria, ma non comprendo perché sottrarre compiti alla sanità quando conoscenze scientifiche e relazione con il paziente sono indispensabili”.
lenziE’ l’opinione di Donata Lenzi, parlamentare del Pd e membro della Commissione affari sociali della Camera, commentando la discussione in corso nel Consiglio comunale di Bologna sul registro dei testamenti biologici. Lenzi ha aggiunto: “Che l’istituzione di un registro, simile a quello già in uso sui tumori, sia utile nulla da dire, ma meglio farlo gestire dai medici che, per altro con gli attuali sistemi informativi e la futura scheda del paziente, già posseggono una parte dei dati”. Da qui la conclusione: “pur condividendo l’obiettivo politico di un registro pubblico, anche le dichiarazioni anticipate (il testamento biologico) servono solo se vengono conosciute anche dal sistema sanitario in modo possibilmente informatizzato e non localistico. Nessuno può sapere prima quando e dove gli servirà. Sfatiamo poi l’idea che le dichiarazioni anticipate riguardino gli stati di coma che sono relativamente un numero limitato. Siamo condizionati dal caso Englaro”. E ha ricordato che “negli altri Paesi dove già esistono, riguardano in genere chi si trova in fase terminale: malati oncologici o neurologici o altre patologie gravemente invalidanti. In questi casi le disposizioni sono spesso fatte con l’aiuto del medico curante”.
(ANSA).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:34 ram:35456736