Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Berlusconi a Parma “Non siamo un paese in declino”. Replica Emma Marcegaglia “Adesso però impegni certi”. Poi insieme a pranzo

Oltre 6.000 imprenditori per l’appuntamento di primavera di Confindustria, che anche quest’anno si è svolto a Parma, con un tema assai impegnativo da dibattere “Libertà e Benessere: L’Italia del Futuro”.
Nella grande sala della Fiera della città emiliana, sono arrivati mille imprenditori in più del previsto, raggiungendo così una presenza record. In precedenza, infatti, quando nel 2006 il convegno si svolse a Vicenza, la platea ospitò 4.400 imprenditori. Ancor prima, nel 2002 a Parma, i partecipanti furono 5.100, mentre nel 2001, al convegno ricordato come quello “dell’abbraccio” tra il premier Silvio Berlusconi e la Confindustria dell’allora presidente Antonio D’Amato, che si svolse anch’esso a Parma, le presenze raggiunsero quota 4.800.

Anche quest’anno Silvio Berlusconi ha voluto dare il proprio segno al forum degli industriali, intervenendo dalla tribuna, accolto da applausi, (anche se dopo il suo discorso non è mancata qualche replica e qualche puntualizzazione polemica, o quanto meno di sprone critico per dare una svolta più concreta alla sua azione di governo).

L’operato del suo governo, la situazione finanziaria, le prossime riforme ed ancora quale toccatina ai giudici ed ai corvi pessimisti dell’opposizione e dell’informazione: sono stati questi gli argomenti toccati dal premier.

.
L’ESECUTIVO NON HA LO STESSO POTERE DEI COLLEGHI EUROPEI”: “La nostra situazione è quella di un paese che ha un assetto istituzionale che deriva dal fatto che i padri costituenti hanno temuto prima di qualunque altra cosa che si potesse tornare a condizioni che consentissero la nascita del regime: è venuto fuori un assetto che dà tutto il potere alle assemblee: nella nostra costituzione l’esecutivo non ha nessun potere”. “La prima riforma è quella istituzionale” e “una delle cose importanti è dare al presidente del Consiglio i poteri che hanno suoi colleghi degli altri paesi europei”. “Il governo ha tre anni di lavoro davanti, una maggioranza solida e coesa, ha i numeri per far approvare dal Parlamento un programma di riforme che i governi precedenti non hanno mai potuto fare”.

.
“L’ITALIA NON E’ UN PAESE IN DECLINO”: “Non siamo un paese in declino” ma “abbiamo consapevolezza di tutti i gravi problemi che ci affliggono. “Da troppe parti si continua a dire che il nostro Paese sta declinando. Nel 2009-2010 stiamo stati in grado di presentare un deficit pubblico che è tra i più contenuti. Stati Uniti, Gran Bretagna, Spagna hanno deficit che sono doppi o più che doppi rispetto al nostro e nel 2010 saremo il Paese della vecchia Unione europea con il più basso deficit primario”, aggiunge il premier. Berlusconi poi sottolinea: “Nel 2009 abbiamo avuto una diminuzione del Pil che è stata contenuta, del 5%, all’incirca come la Germania, la Gran Bretagna e il Giappone”. Quindi, elenca una serie di dati di comparazione all’interno dei Paesi del G6 su “produzione manifatturiera italiana” ed “export manifatturiero” per i quali- dice- “non mi sembra ci sia un declino”. “Il merito -prosegue – non è certamente del Governo, il merito è assolutamente e soltanto vostro, credo che dovrete e dovreste esserne orgogliosi”. “Non credo che dobbiamo cavare una gioia da questi dati, ma almeno non sentirci depressi – continua – L’Italia tra il 2005 e il 2008, e se fossimo in declino davvero questo non sarebbe potuto succedere, ha aumentato il suo surplus commerciale da 64 a 103 miliardi di dollari”.
“Credo che tutto questo significhi – conclude – che il nostro Paese ha la capacità e le risorse per andare avanti. So benissimo che chi governa deve fare la sua parte e noi la stiamo facendo”.
.

“DALLE FAMIGLIE ITALIANE UNA TENUTA SORPRENDENTE “: Le famiglie italiane hanno una tenuta economica sorprendete, la ricchezza netta nel 2009 è diminuita dell’1,9% del 2007, un dato negativo, ma negli Usa hanno perso più del 20% e quelle inglesi il 12% in un anno. Questo perché le nostre famiglie hanno fatto scelte economicamente e moralmente valide, non si sono lasciate tentare da operazioni finanziare spericolate”. Lo sostiene il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, che ha presentato questi dati parlando al forum di Confindustria di Parma. “Anche il valore del nostro patrimonio immobiliare – ha aggiunto – è rimasto stabile. Il nostro paese ha capacità e risorse per andare avanti, chi governa deve fare la sua parte e noi la stiamo facendo”.
.
“CONTI PUBBLICI IN ORDINE GRAZIE A TREMONTI”: I conti pubblici italiani “sono in ordine grazie a Tremonti, al signor Giulio Tremonti: chapeau!”. “Tremonti – ha detto – è davvero geniale e ha una forza d’animo rilevantissima. Inseguito da tutti per ottenere soldi a destra e sinistra è riuscito a non essere colpito da fulmini e saette e grazie a lui abbiamo tenuto i conti in ordine”.
“Abbiamo ereditato dai governi precedenti – ha aggiunto Berlusconi – il più grande debito pubblico d’Europa, soprattutto da quelli del compromesso storico, e da quelli dal 1980 al 1992 che hanno moltiplicato per otto il debito pubblico che noi paghiamo con interessi passivi. Questo debito scade ogni anno, ogni giorno dobbiamo trovare investitori che comprano un miliardo di titoli dello stato italiano, se non ci fosse grande fiducia questi investitori sparirebbero o ci chiederebbero tassi insostenibili come quelli della Grecia. Noi siamo riusciti a mettere in pratica il rigore e tenere in ordine i conti pubblici”.
.
“NEL 2010 L’ITALIA AVRA’ IL PIU’ BASSO DEFICIT PRIMARIO IN UE” : “Da troppe parti si dice che il nostro paese sta declinando, ma nel 2009 abbiamo presentato un deficit pubblico fra i più contenuti e saremo nel 2010 il paese Ue con il più basso deficit primario”. Lo sostiene Silvio Berlusconi che ha fornito questi dati al forum della Confindustria di Parma. (ANSA)

.
FISCO RIFORMA URGENTE: FAREMO UN NUOVO CODICE”: La riforma del fisco “é urgente, difficile complessa”. Lo dice il presidente del consiglio Silvio Berlusconi nel suo intervento a Parma al convegno di Confindustria. “Disboscheremo la selva delle leggi fiscali – promette Berlusconi – per arrivare a un codice certo di tutte le leggi fiscali”.
.
“IN UN ANNO E MEZZO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE TUTTA DIGITALE”: In un anno e mezzo ci sarà la “digitalizzazione completa della pubblica amministrazione, tutto dovrebbe poter essere fatto attraverso internet con grandi risparmi di costi”. Lo ha annunciato il presidente del consiglio Silvio Berlusconi al forum degli industriali di Parma. “Voglio rassicurarvi – ha aggiunto – che la vostra richiesta di riforme trova la nostra assoluta condivisione: non c’é nulla che ha detto la vostra, anzi la nostra presidente, che non sia dai noi condiviso: modernizzare Italia, liberarla dall’oppressione burocratica e giudiziaria per fare del paese un paese che funzioni”.
.
“LA CORTE COSTITUZIONALE E’ DIVENTATA UN ORGANO POLITICO”: La Corte Costituzionale abroga le leggi che non piacciono a pm e giudici di Magistratura democratica. Lo ha affermato il premier Silvio Berlusconi parlando al convegno di Confindustria a Parma. Il cavaliere ha parlato di “situazione grave” per la giustzia a cui va posto rimedio. “Questo organo di garanzia è divenuto organo politico”. “Invece di essere quell’organo di garanzia che dovrebbe essere, abroga le leggi che non piacciono ai pm e ai giudici di Magistratura Democratica”, aggiunge il premier. Se le leggi approvate dal parlamento “ricevono anche la firma del Capo dello Stato, che viene anch’egli dalla sinistra, questi pm fanno comunque eccezione di costituzionalità e portano le leggi alla Corte costituzionale” che è “formata da 11 membri che appartengono alla sinistra e 4 alla destra”.
.
“2500 GIORNI DI GOVERNO, 2550 UDIENZE: SONO IL PIU’ GRANDE IMPUTATO DI TUTTI I TEMPI”: Berlusconi ha ironizzato anche sui suoi conti con la giustizia: “Della giustizia penale vi parla il più grande imputato di tutti i tempi e dell’universo. Sto governando da più di 2500 giorni, più del grande De Gasperi, mentre ho collezionato 2550 udienze, compreso il mese di agosto, il sabato e la domenica”.

.
“PROCESSI RIDICOLI FATTI PER LA GRIGLIA MEDIATICA”: Certa magistratura fa processi ridicoli che sono tenuti in atto soltanto per tenere l’avversario politico sulla griglia mediatica. Basta con i processi in tv. Lo ha ribadito il premier Silvio Berlusconi parlando al convegno di Confindustria. Il premier ha fatto riferimento anche alle trasmissioni della tv pubblica “pagata con i soldi di tutti i cittadini”.

.
INTERCETTAZIONI: “AVREMO UNA LEGGE CHE RIDARA’ LIBERTA’ A TUTTI” : Basta con i processi in tv. Lo ha ribadito il premier Silvio Berlusconi parlando al convegno di Confindustria. Il premier ha fatto riferimento anche alle trasmissioni della tv pubblica “pagata con i soldi di tutti i cittadini”. (ANSA).
Dal dibattito in Parlamento verrà fuori una “legge che darà il diritto di parlare con riservatezza al telefono”. Lo ha detto il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, parlando al forum di Confindustria a Parma. “Nel diritto di libertà – ha detto – è previsto quello alla riservatezza. Le parole che dite al telefono, se scritte sul giornale, hanno un altro significato e poi sono prove manipolabili: è stato registrato anche il presidente del consiglio, una cosa unica nel nostro paese”. Poi, rivolgendosi alla platea, ha chiesto: “Quanti di voi pensano di non aver mai corso il rischio di essere intercettati?”. E quando nessuno ha alzato la mano ha aggiunto: “avete tutti uno scheletro nell’armadio, eh?”.

.
“VINCEREMO BATTAGLIA CONTRO LA MAFIA… MA ANCHE CONTRO L’OPPRESSIONE FISCALE, BUROCRATICA E GIUDIZIARIA”
“Sono che convinto che vinceremo battaglia contro la mafia”. “Stiamo lavorando anche per liberare l’Italia dall’oppressione fiscale, burocratica, giudiziaria”. Lo afferma il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel corso del suo intervento al Forum di Confindustria ‘Liberta’ e benessere: l’Italia al futurò a Parma.

“MENO ESAGERAZIONI SUL CLIMA” Nel recente passato fra Italia e Francia “c’era stato un periodo di freddezza, perché noi abbiamo posizioni diverse sul cambiamento climatico, siamo più scettici che ci sia un’incombenza così forte da costringere costi rilevanti soprattutto in momenti di crisi. Ne parlavo con la Marcegaglia, entrambi quest’anno abbiamo preso per tre volte il raffreddore, non c’é incombenza del riscaldamento globale, abbiamo frenato l’Europa e questo ha portato grande vantaggio al nostro paese e al nostro comparto industriale che sarebbe stato gravato di costi rilevanti”. Lo sostiene il presidente del consiglio Silvio Berlusconi che, commentando il vertice italo-francese, al forum di Confindustria a Parma è tornato a parlare di riscaldamento globale. (ANSA)

.
“MIO FIGLIO HA DETTO CHE LA PUBBLICITA’ TORNA A SALIRE: E’ UN TEST IMPORTANTE SULLA RIPRESA ECONOMICA”: “Stamattina mio figlio mi ha detto che la pubblicità è tornata a salire in modo verticale e la pubblicità è un test per sapere dove va l’economia”. Silvio Berlusconi, parlando al forum di Confindustria di Parma, anche nella sua veste di imprenditori ha voluto lanciare questo segnale come dato di ottimismo. “Non si è mai visto – ha detto – un pessimista andare da qualche parte: se siamo capitani coraggiosi è perché siamo persone positive, sappiamo darci obiettivi ambiziosi e raggiungere questi obiettivi, senza farci toccare dal pessimismo e dal catastrofismo che viene da molte parti”. (ANSA)

.
.
LA REPLICA DI EMMA MARCEGAGLIA: “BASTA PROMESSE
GENERICHE, SERVONO IMPEGNI CONCRETI”

Il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia chiede direttamente al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, “impegni certi con tempi certi” e non “promesse generiche”. Dal forum di Parma la leader degli industriali indica un termine netto: “entro due mesi, entro la prossima assemblea degli industriali” – chiede a Berlusconi – come volano per la crescita serve “un investimento forte: almeno un miliardo di euro su ricerca e innovazione; ed un miliardo, un miliardo e mezzo, per opere infrastrutturali”.

“SERVE UN PIANO TRIENNALE: OBIETTIVO PIL + 2% E 700MILA POSTI LAVORO” : “Chiediamo, entro fine anno, un piano serio per tagliare la spesa pubblica improduttiva. Vogliamo un impegno preciso per un taglio della spesa corrente, per tre anni, pari all’1% del Pil”. La leader degli industriali, Emma Marcegaglia, lo chiede al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, per avere così le risorse che servono ad un piano di sostegno dello sviluppo e anche per “tagliare le tasse sui lavoratori e sull’impresa”. “Così – dice Emma Marcegaglia – lanceremo la sfida di una crescita del 2% di Pil l’anno per tre anni, e questo vuol dire 50 miliardi di euro in più di ricchezza e 700mila posti di lavoro in più”, sottolinea la leader degli industriali, che dopo aver chiesto al premier di mettere in campo risorse per ricerca, innovazione e infrastrutture, ribadisce: “Oggi chiediamo al presidente Berlusconi impegni precisi con tempi precisi”. Con la crisi, che ci ha “fortemente colpiti”, dice Emma Marcegaglia, imprese e lavoratori “hanno tirato la cinghia, e non non è possibile che non lo faccia anche lo Stato”.
.
“BERLUSCONI HA VINTO ELEZIONI, ORA LE RIFORME” : Berlusconi farà le riforme chieste dagli industriali? “Mi auguro di si”, dice il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, che dal forum di Parma incalza il governo: “Ora abbiamo tre anni per farle”. “Il presidente Berlusconi – dice Emma Marcegaglia – ha vinto in modo chiaro le elezioni regionali, il mondo sta cambiando, ed io sono fiduciosa che questa volta il Governo, con l’aiuto delle opposizione, e quello degli imprenditori, riuscirà a fare le riforme”.
Servono riforme perché “siamo fermi”, colpa della crisi negli ultimi due anni, ma anche di nodi mai sciolti, di riforme non fatte, perché “in realtà abbiamo smesso di crescere da 10 anni, è un processo che viene da più lontano, e che ora dobbiamo fermare”. Per Emma Marcegaglia “é venuto il momento di cambiare per poter, tutti insieme, tornare a crescere”.(ANSA).

.
“OK FEDERALISMO MA BISOGNA PUNIRE CHI SFORA I CONTI: LAZIO E CALABRIA SULLA SANITA’ SONO PARTITE MALE”: “Il federalismo fiscale va fatto”, ma questo vuol anche dire responsabilizzare i presidenti delle regioni, e per questo chi non riesce a tenere i conti “deve andare a casa e non deve essere più rieletto”. Così Emma Marcegaglia al convegno di Confindustria a Parma. “Il federalismo fiscale va fatto – ha insistito – noi ci siamo; si teme che Lega voglia fare troppo su questo tema, ma noi vogliamo che Lega faccia sul serio su questo punto, purché ovviamente non significhi aumento della spesa pubblica, ma piuttosto liberazione di risorse per lo sviluppo”. Poi, però, la presidente di Confindustria ha aggiunto: “ci preoccupa che la prima iniziativa di Lazio e Calabria sia stata di chiedere la diluizione del deficit sanitario. Così non va”. E a Berlusconi: “ti chiedo di rinegoziare la spesa sanitaria, ma con un percorso serio di rientro del deficit in quelle regioni del sud dove la spesa sanitaria è uno scandalo. E poi, siccome per responsabilizzare servono freni e punizioni, i presidenti regionali che non riescono a tenere sotto controllo i conti devono andarsene a casa e non devono essere più rieletti”.

.
NO ALLA TARIFFA MINIMA PER PROFESSIONISTI“: In queste settimane sento qualcuno che dice di chiudere sulle liberalizzazioni: questo non è possibile e sentir parlare da parte di professionisti di tariffe minime non ha senso”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, chiudendo il convegno di Parma. “Allora ci mettiamo anche noi tutti in fila, io voglio ad esempio una tariffa minima per i tubi, ma questo è evidente che non è possibile”, ha detto ancora Marcegaglia secondo la quale “non possiamo più immaginare che ci sia un pezzo di paese sussidiato dallo Stato e che scarica questo peso su di noi”.

.
.
DOPO IL BOTTA E RISPOSTA, UN SINGOLARE COMPLIMENTO
DI BERLUSCONI ALLA MARCEGAGLIA, E POI INSIEME A PRANZO

A margine del forum di Confindustria a Parma è previsto, a quanto si apprende, un pranzo ristretto con il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Per le imprese, con la leader degli industriali Emma Marcegaglia, partecipano alcuni degli imprenditori presenti al convegno.
Lo stesso Berlusconi ha voluto durante la sua apparizione pubblica al forum degli industriali, in corso a Parma, ha voluto tingere il suo intervento con una nota rosa dedicata al ministro Mariastella Gelmini, divenuta mamma da poco, ed al presidente di Confidustria Emma Marcegaglia: “I miei oppositori mi chiamano Nerone, Saddam Houssein, Hitler, mi sono ricordato di questa potenza e ho imposto a un mio ministro per la figlia un nome che mi stava cuore: le ho imposto di chiamarla Emma”.

.
.
I PRIMI COMMENTI
.
SACCONI “DALLA MERCEGAGLIA PROPOSTE FATTIBILI, SONO GIA’ NELLA NOSTRA AGENDA”: La presidente di Confindustria, con il suo pressing sul governo al Forum di Parma, “ha svolto il suo compito facendo proposte che coincidono con la nostra agenda”. E’ il commento del ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, presente in sala. Sono obiettivi raggiungibili? Proposte fattibili? “Credo di sì”, risponde il ministro.

.
DI TRAGLIA (PD): “GLI INDUSTRIALI NON CREDONO AL PREMIER”: “Se Berlusconi elogia Tremonti, la presidente di Confindustria definisce l’Italia un paese in declino e utilizzando parole simili a quelle dette ieri da Bersani, auspica che finalmente si cambi pagina. Insomma considerazioni anche queste che non danno più alibi al governo e ad una maggioranza di destra che nell’ultimo decennio ha governato il paese per sette anni avendo quindi le maggiori responsabilità di questo declino”. Lo afferma Stefano Di Traglia, portavoce del segretario del Pd Pierluigi Bersani. “Anche gli imprenditori sembrano non avere più una incondizionata fiducia nei confronti della destra, rimasta immobile di fronte alla crisi. Gli applausi par di capire sono sempre meno”.

Note Ansa

Nella foto (di repertorio): il presidente della Confindustria Emma Marcegaglia, il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, e la presidente dei giovani industriali, Federica Guidi.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:35538360