Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Battistini: “Mantovani a Bologna? Mai dire mai. Crespo, permanenza in rossoblù che dipende da Pioli”

Intervista di Ugo Mencherini e Vittorio Longo Vaschetto all’agente Fifa Graziano Battistini – procuratore di Josè Angel Crespo e Andrea Mantovani – intervenuto nel corso della trasmissione “Tempi Supplementari” (in onda su Telecentro-OdeonTv)

Graziano Battistini, procuratore di Crespo e Mantovani

 

Di UGO MENCHERINI e VITTORIO LONGO

 

Dottor Battistini, il Bologna ha raggiunto la salvezza a tre giornate dalla fine del campionato. Si aspettava un simile risultato da parte della squadra rossoblù?

“Sinceramente, con il trend che aveva preso la squadra dopo l’arrivo di Pioli, non sono sorpreso dal fatto che si siano tirati fuori dalla bagarre salvezza. Il gruppo ha dimostrato di essere solido nei momenti di difficoltà e questo ha permesso al Bologna di venire fuori da certe situazioni complicate”.

 

E dei rossoblù fa parte uno dei suoi assistiti, Josè Angel Crespo, reduce da una stagione non facile anche per via di qualche infortunio. Ci sono possibilità di vederlo a Bologna anche l’anno prossimo?

“E’ stata sicuramente una stagione sfortunata. Sotto Natale c’era stata un’inversione di tendenza, che gli ha permesso di venire bloccato sul mercato e di rimanere. Poi le cose sono andate così: pazienza. Mi dispiace, perché a mio avviso lui in serie A può fare bene. Per quanto riguarda l’anno prossimo, bisognerà parlare accuratamente con il direttore generale Zanzi: tutto può succedere, dipende anche da quello che vorrà fare il Bologna. Fermo restando che Crespo è giovane e ci si può investire del tempo per vedere di che pasta è fatto”.

 

La sensazione è quella che rientri comunque nei piani di Pioli oppure no?

“Sinceramente non conosco i piani di mister Pioli. So però che tutto l’ambiente lo stima molto, come professionista e come giocatore. E’ proprio i piani di Pioli che bisognerà valutare, e in base a quelli decidere. Siamo aperti a qualsiasi tipo di soluzione e pronti, eventualmente, nel caso dovesse esserci la possibilità di spostarlo”.

 

Qual è la sua situazione contrattuale?

“Ha altri tre-quattro anni di contratto”.

 

Non è quindi un contratto breve: è ipotizzabile una cessione in comproprietà, nel caso in cui dovesse essere ceduto?

“Nel caso in cui possa partire, in base a quello che dirà il mercato bisognerà essere aperti a qualsiasi tipo di soluzione. Conviene anche al Bologna far sì che il giocatore trovi una soluzione ideale per valorizzarsi ulteriormente. Anche la società rossoblù penso sia aperta a qualsiasi tipo di evenienza”.

 

Ci sono già degli appuntamenti in agenda con i dirigenti del Bologna?

“Il tempo ormai è maturo. Tra poco sarà finito anche il campionato, e ci sarà tutto il tempo per riunirsi e capire le cose. Prima, anche la società e il mister dovranno fare chiarezza tra loro per capire quali sono  i programmi. Sono dell’idea che sinora abbiano parlato molto, ma concretizzato poco, anche perché era tutto legato all’esito finale del campionato. Ora che l’esito finale si è concretizzato,  penso concretizzeranno anche le parole dette sinora”.

 

Tra i suoi assistiti c’è anche il difensore del Palermo Andrea Mantovani. A gennaio non si è concretizzato il suo arrivo in rossoblù: la porta è definitivamente chiusa?

“Io di porte chiuse non ne tengo mai. Va comunque sottolineato che Andrea è riuscito a venire fuori alla grande dalle difficoltà, e ha dimostrato al calcio intero che lui è un ottimo difensore centrale sinistro e anche un terzino sinistro di ottimo livello: ha fatto molto bene quando ha avuto la possibilità di giocare con continuità. Quello che potrà essere non si sa: a Palermo si trova bene, ma nel mercato mai dire mai. Chiudere la porta al Bologna, peraltro, sicuramente non va mai bene”.

 

Altri contatti, da allora, ci sono stati?

“No, anche perché tutte le parti erano e sono tuttora concentrate a finire al meglio il campionato”.

 

Tutti conoscono la stima che Pioli nutre per Mantovani. Si aspetta che il tecnico rossoblù riprovi a portare il giocatore a Bologna?

“Che il mister continui a nutrire grande fiducia e stima nei confronti di Mantovani è risaputo, ma da qui a dire che poi il Bologna cercherà di ritornare sul ragazzo ce ne passa. Dipenderà da tante situazioni e dalle necessità del Bologna stesso. Poi dipenderà anche dalla volontà del giocatore e dal contratto che ha con i rosanero. A Palermo sta bene, non ha alcun tipo di problema anche perché il periodo duro è passato. Nel caso in cui ci dovesse essere un interessamento forte del Bologna, dovranno essere le due società a parlarsi. E il Bologna è il Bologna, su questo non ci sono dubbi”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 3302 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:26 ram:35331088