Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Basket Nba: serata storta per gli italiani

Nottata negativa per gli italiani della Nba. I Toronto Raptors di Bargnani e Belinelli si arrendono ai Boston Celtics e i due azzurri restano sotto la doppia cifra di punti, i New York Knicks di Gallinari cadono contro Denver, e il “Gallo” gioca solo 18′: 4 punti.

celtics-raptors 116-103 — Toronto si inchina ai Celtics, che battono i Raptors per 116-103, e se una sconfitta ci può anche stare a Boston, preoccupano alcune tendenze negative che si ripetono con troppa frequenza. La difesa dei Raptors continua a far discutere, e nei terzi quarti delle partite Toronto ha troppo spesso dei crolli improvvisi che pregiudicano il risultato finale. È successo anche a Boston, dove Bosh e compagni hanno concesso un clamoroso 83% agli avversari nel primo quarto (33-27) non proteggendo a dovere l’area pitturata e lasciando a Rondo grande libertà di manovra in attacco (8 punti e 5 assist nel primo quarto). I Raptors hanno tenuto testa ai Celtics nel primo tempo solo grazie all’attacco con Turkoglu (13 punti e 5/6) e Bosh in evidenza su tutti. Nel secondo quarto è con una tripla di Belinelli (unico canestro in azione della sua gara dopo due errori iniziali sempre da tre) che Toronto riesce a raggiungere Boston (46-46) per poi chiudere in testa il primo tempo (54-55). Bargnani si segnala solo per 2/2 dalla lunetta alla fine del primo quarto (fallo di Wallace per fermare un taglio in area del Mago). In difesa, Bargnani è tra i meno peggio, ed è efficace negli aiuti sui piccoli avversari. Se ne accorge Ray Allen che viene stoppato dall’azzurro, ma in attacco è una serata di grande indecisione per Bargnani. Sia Garnett che Wallace fanno buona guardia a turno sul Mago e lo costringono a scelte sbagliate. Come un passi in partenza provocato da KG e un secondo turnover in un goffo tentativo di battere l’avversario. Anche Belinelli perde un pallone con un brutto passaggio, poi arriva l’intervallo e scatta qualcosa nella testa dei Celtics. Nel terzo quarto Boston sale d’intensità, si mette a giocare “da Celtics” e Toronto si fa trovare impreparata alla ritrovata aggressività degli avversari. Bargnani commette un errore al tiro completamente solo dietro l’arco, poi sbaglia dalla media e cerca di rimediare in difesa, dove stoppa ancora Allen. I Raptors però sono molli (quanto si sente la mancanza di Reggie Evans) e nessun compagno si preoccupa di conquistare il pallone dopo la stoppata del Mago, così è una maglia verde ad arrivare prima sulla sfera. In un amen, i Celtics piazzano un parziale di 9-0 e conducono 66-61. Triano vede la partita scivolare via e inserisce Belinelli e Johnson. La guardia azzurra si vede solo in un’occasione, quando attacca il canestro e provoca il fallo di Wallace, ma resta in campo per pochi minuti. Intanto Garnett stringe la morsa contro Bosh spingendolo lontano da canestro. Toronto continua a difendere male, e non trova più soluzioni in attacco. Tra un passaggio in tribuna di Turkoglu (7 turnover per il turco) e forzature varie Toronto passa dal 67% al tiro del primo tempo al 35% del terzo quarto. La partita è saldamente in mano ai Celtics nel quarto periodo, dove un episodio racchiude la mentalità vincente di Boston e quella soft di Toronto. Una schiacciata potente di Paul Pierce posterizza Chris Bosh che si piega in due per un colpo basso (ginocchiata) di Pierce che guarda anche storto CB4. Nessuno tra i compagni di Bosh reagisce, mentre Triano e i suoi assistenti sono infuriati a bordocampo. Un tecnico a Pierce chiude la faccenda. Bosh perde anche un pallone banalmente, oltrepassando la linea di fondo dopo un canestro avversario. È il simbolo della resa. Una sonora sconfitta di Toronto coincide con una performance anonima di Bargnani che ha dato l’impressione di soffrire le doti difensive dei due lunghi dei Celtics. Il risultato sono palle perse o tiri fuori ritmo. Nell’ultimo quarto Bargnani passa la maggior del tempo in panchina, mentre in campo al fianco di Bosh viene schierato il positivo Nesterovic. Ma per l’esito della gara non cambia nulla. Bargnani chiude con 7 punti e 4 rimbalzi in 23’ e Belinelli chiude con 5 punti in 16 minuti di utilizzo. Dei Celtics, chiudono con il 100% dal campo sia Garnett (6/6) che Perkins (8/8). Bosh e Bargnani commettono un fallo a testa.
Bargnani: 7 punti (1/4 da due, 1/2 da tre, 2/2 tl), 4 rimbalzi, 1 fallo, 2 palle perse, 3 stoppate in 23’. Belinelli: 5 punti (1/3 da tre, 2/3 tl), 2 palle perse, 2 falli in 16’.
Toronto: Bosh 20 (9/13), Turkoglu 20 (8/11), Jack 18, Nesterovic 10. Rimbalzi: Bosh 13. Assist: Jack 5.
Boston: Allen 20, Pierce e Perkins 18, Wallace 15. Rimbalzi: Garnett 7. Assist: Rondo 11.

nuggets-kincks 128-125 — Dopo aver passato un Thanksgiving sicuramente non felicissimo, visto il momento, a Denver i Knicks, reduci da due sconfitte nella loro “West Coast Trip” (Lakers e Kings) si devono inchinare davanti a un maestoso Carmelo Anthony. Il fenomeno dei Nuggets, infatti, punisce la difesa un po’ troppo timida degli uomini di coach D’Antoni, mette a referto 50 punti (suo massimo in carriera) e trascina i Nuggets al successo. Denver vince 128-125, infliggendo così ai Knicks la quarta sconfitta consecutiva. Incoraggiante il primo quarto per la truppa di Mike D’Antoni. Anthony crea problemi alla difesa di New York (11 punti nei primi minuti), ma in attacco i Knicks si fanno rispettare. Danilo Gallinari non ha grandi opportunità nel primo periodo, gli ospiti comunque sfruttando la produzione di David Lee sotto canestro e le triple di Al Harrington, riescono a tenere il passo dei Nuggets, chiudendo il primo quarto avanti 30-26. I primi punti del Gallo arrivano subito in apertura di secondo quarto, con una comoda schiacciata. New York un po’ a sorpresa produce dalla zona pitturata e rimane davanti. Danilo replica (altra schiacciata in una situazione tattica pressoché identica) a metà frazione e i Knicks, con la loro produzione da sotto canestro, piazzano un parziale di 10-2 e arrivano al +8. L’azzurro nel primo tempo non riesce a trovare la retina dalla lunga distanza (0/3 da tre) a produrre comunque ci pensa la coppia Harrington-Lee. Denver però non resta a guardare. Anthony e Billups suonano la carica e il finale di frazione è tutto di marca Nuggets. Denver riesce ad andare al riposo in vantaggio (61-60) e per rendere le cose ancora più frustranti per Mike D’Antoni, nell’ultimo possesso offensivo del tempo Chris Duhon si procura una distorsione alla caviglia destra. Duhon, comunque, stringe i denti e si ripresenta sul parquet a inizio ripresa. Si ripresenta anche il Carmelo Anthony del primo tempo e nel terzo quarto Denver, trascinata dal suo leader, continua a produrre. “Melo” a tratti è immarcabile, ma i Nuggets non riescono a scappare via perché Hughes e Harrington tengono in partita i Knicks. Denver comunque dopo tre quarti è avanti 92-87. Gli ospiti devono pedalare in salita ma la squadra newyorchese, nonostante le sue lacune difensive, lotta e fa sudare Denver. Anthony continua a fare il bello e il cattivo tempo ma Harrington risponde. I Knicks riescono addirittura a mettere la freccia e a passare davanti (111-110) con un canestro di David Lee a 3’35’’ dalla sirena. Ma la tripla di Smith e i liberi di un Carmelo Anthony versione Mvp condannano la compagine newyorchese. Un Danilo Gallinari dimenticato in panchina da Mike D’Antoni per troppi minuti, chiude il match con quattro punti (2/6 da due e 0/4 da tre), quattro rimbalzi e un assist in soli 18’ di gioco.
Denver: Anthony 50 (16/24, 1/4), Billups 32, Smith 17. Rimbalzi: Nene e Martin 11. Assist: Billups 8.
New York: Harrington 41 (10/16, 4/8), Lee 23, Hughes 16. Rimbalzi: Lee, Harrington 10. Assist: Hughes 9.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 1339 articoli inseriti

Un Commento in “Basket Nba: serata storta per gli italiani”

Trackbacks

  1. Basket Nba: serata storta per gli italiani | Telesanterno

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:37878040