Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Bangladesh: Cesare Tavella ucciso da 3 colpi di pistola

Sono stati resi pubblici gli esiti dell’autopsia sul corpo del cooperante italiano Cesare Tavella che è stato ucciso ieri a Dacca da tre colpi d’arma da fuoco. L’uomo, di origini milanesi risiedeva nel Ravvenate.

E’ stato ucciso da tre colpi d’arma da fuoco sparati da dietro e da distanza ravvicinata, il cooperante italiano Cesare Tavellla, assassinato a Dacca in Bangladesh. E’ quanto è emerso dall’autopsia realizzata sul suo cadavere di cui da conto il portale di notizie BdNews24. Tavella, nato nel 1964 a Milano era residente a Casola Valsenia, paese dell’Appennino Ravennate al confine con la Toscana. Prima aveva abitato a Bagnacavallo, nella pianura Ravennate, dove vivono ancora i suoi familiari. “Uno dei proiettili – ha precisato il medico legale – ha colpito la mano sinistra perforandola. E’ stato colpito poi due volte alla schiena. Uno dei proiettili è uscito attraverso il petto e l’altro è rimasto nel corpo”. Il medico ha quindi aggiunto che proprio durante l’autopsia “è stato possibile rimuovere il terzo proiettile. “E’ stato colpito da molto vicino – ha poi detto – e sembra che i proiettili siano stati sparati da un revolver”.

Uno dei testimoni dell’omicidio, un meccanico, ha detto di avere visto tre persone fuggire su una moto, di cui una impugnava un’arma. “Dopo aver sentito dei colpi di pistola – ha raccontato in un video diffuso da Ap un’altra testimone, una donna che stava chiedendo l’elemosina- ho visto che da quella parte stavano arrivando due uomini, di corsa. Erano molto giovani, non avevano più di 20 anni. Dall’altro lato della strada era parcheggiata una motocicletta e ho visto che, accanto, c’era un altro uomo. I due allora sono saliti sulla moto e tutti e tre sono scappati via verso nord”. “Non abbiamo trovato prove di un collegamento dell’Isis con l’assassinio a Dacca del cooperante italiano Cesare Tavella”- ha dichiarato il ministro dell’Interno del Bangladesh. Nel corso di una conferenza stampa nel suo ufficio il ministro ha dichiarato che si stanno svolgendo le indagini sull’uccisione. E fino ad ora gli organismi investigativi non hanno trovato alcun legame fra l’Isis e l’assassinio. Per fare luce sull’omicidio è stata costituita nelle ultime ore una squadra speciale interforze.

Intanto i genitori del cooperante ucciso si sono chiusi nel dolore nella loro casa, affidando il loro stato d’animo alle parole su un cartello al cancello. “Desideriamo comunicare che la famiglia non ha alcuna informazione aggiuntiva rispetto a quanto già comunicato dalle autorità competenti. Siamo certi che si comprenderà che non desideriamo essere disturbati e chiediamo a tutti gli organi di informazione di lasciarci vivere il nostro dolore nell’intimità della famiglia, grazie”. La famiglia nel pomeriggio ha ricevuto la visita delle autorità locali.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7010 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:30530616