Banca gli chiude il conto: imprenditore minaccia di darsi fuoco a Ravenna

Quando la banca gli ha comunicato che il suo conto era stato chiuso per via di una gestione non corretta, è uscito e, in lacrime, ha minacciato di darsi fuoco. Protagonista di quanto accaduto questa mattina a Ravenna, nella centralissima piazza del Popolo, un imprenditore di 28 anni titolare di un’azienda di carpenteria. L’uomo, originario di Gela (Caltanissetta) ma da tempo residente nella città romagnola, è stato calmato solo grazie all’arrivo dei carabinieri e portato per accertamenti al pronto soccorso. Con sé, secondo quanto finora riferito, non aveva liquido infiammabile. Dalla banca hanno spiegato che la decisione di chiudere il conto gli era stata notificata a suo tempo con una raccomandata. La missiva era però tornata indietro evidentemente per problemi di recapito; così l’uomo ha saputo della chiusura del suo conto solo in mattinata, quando si è rivolto al cassiere per compiere alcune operazioni. A quel punto ha manifestato in modo contenuto il suo disappunto, salvo poco dopo minacciare il gesto estremo. Secondo quanto riferito dall’Arma, l’evento non è strettamente legato a fenomeni innescati dalla crisi ma a una questione tecnico-bancaria.

(Fonte Ansa)


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 6598 articoli inseriti

Copyright © 2014 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
V.Bonazzi, 51 - 40013 Castel Maggiore (Bo) - tel: 051 63236 - fax 051 714795
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria di Pubblicità Publivideo2 Srl.

q:29 ram:43512888