Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Ausl Bologna, i conti non tornano per quasi 70 milioni

A non far tornare i conti dell’azienda Usl di Bologna sarebbero attrezzature sanitarie, informatiche, arredi e automezzi. Cespiti di cui manca a bilancio “la documentazione contabile” e di cui quindi non si riesce a riscontrare l’esistenza. Tradotto in numeri, si tratterebbe di un ”buco” da oltre 47 milioni di euro, certificato nel bilancio 2015 dell”Azienda sanitaria e sottolineato anche dai Revisori dei conti nella loro relazione, nella quale si parla di “disallineamento tra contabilità generale e inventario”.

Nel dettaglio -spiega l’agenzia Dire- non tornano i conti sulle attrezzature sanitarie per 13,8 milioni di euro e per oltre 10 milioni su quelle informatiche. Altri 12,8 milioni mancano alla voce mobili e arredi e persino sugli automezzi c’e’ una differenza di oltre un milione di euro. A questo si aggiunge un altro ammanco di 17,6 milioni di euro, dovuto a una differenza tra i saldi di contabilità generale al 31 dicembre 2015 e le risultanze delle contabilità degli uffici tecnici. Si tratta di problemi generati prima del 2004, quando fu costituita l”Asl unica di Bologna.

Stando alle norme di riferimento, l”ammontare di tutti questi cespiti e” stato eliminato e di conseguenza lo stato patrimoniale dell’azienda sanitaria si e” ridotto. In totale, si parla di circa 70 milioni di euro in meno. Una cifra diversa dai 30-35 milioni di cui si era parlato nei giorni scorsi. Pur essendo stato conseguito un risultato di gestione positivo, di circa 5.000 euro, i Revisori dei Conti dell”Ausl di Bologna fanno notare che il patrimonio netto ha subito un importante diminuzione nel fondo di dotazione”, esito della “ricognizione straordinaria” voluta dalla Regione Gli effetti di questa ricognizione, affermano i Revisori dei conti, “portano all”assoluta necessita” di effettuare un puntuale inventario fisico di tutti i beni aziendali”. Anche perche”, “i beni di interesse storico-artistico dell’Ausl di rilevante valore, come il complesso di Santa Maria della Vita, risultano essere inventariati in misura molto marginale e non adeguatamente valorizzati in bilancio”.

Ad esempio nella relazione sulla gestione 2015 si legge che per quanto riguarda “gli immobili artistici disponibili, essendo di valore incommensurabile, inalienabili e gravando su di essi vincoli storico-artistici, la valorizzazione è stata effettuata a valore simbolico di un euro”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7006 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:35 ram:30273744