Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Asaps: “Un sms ti accorcia la vita”

E’ allarme sull’uso di cellulari, smartphone e tablet alla guida, e ora anche selfie: l’Asaps, Associazione sostenitori Polstrada, chiede “un più efficace contrasto a un fenomeno pericoloso e sempre più diffuso”. E ripropone la campagna ‘A volte un sms accorcia la vita’. Un suo monitoraggio promosso a fine 2013 aveva rilevato come il 12,4% degli automobilisti nelle ore di maggior traffico utilizzasse il cellulare alla guida, con punte del 16%. Oggi l’uso del telefonino alla guida, commenta il presidente Giordano Biserni, “sta diventando ancor più frequente, con il ricorso sempre maggiore a smartphone e tablet in funzione comunicativa, la lettura e scrittura di mail, l’utilizzo di WhatsApp, e di telefonino e tablet per le foto. Gli incidenti senza causa apparente sono in forte crescita: circa il 35% le fuoriuscite per sbandamento nei soli incidenti mortali del fine settimana”. Scattare un ‘selfie’ alla guida – spiega l’Asaps – comporta una distrazione media di 14 secondi, accedere ai social media può deconcentrare il guidatore dalla strada per ben 20 secondi, “un tempo nel corso del quale un’auto che procede a 100 km/h percorre la distanza di cinque campi di calcio”. Mentre sono 7 i secondi durante i quali si distolgono gli occhi dalla strada per comporre un numero su un cellulare: “a 50 km/h si fanno 98 metri al buio, a 100 km/h sono quasi 200 metri”. L’Asaps si appella anche ai responsabili delle forze di polizia e agli stessi agenti su strada “perché il fenomeno venga contrastato e sanzionato con ancora maggiore puntualità e severità”, ma aggiunge che “di fronte ai ricorsi alcuni Giudici di pace richiedono agli agenti prove inconfutabili, come se le affermazioni degli agenti non avessero valore fino a querela di falso. Ciò svilisce e fiacca il loro operato”. Le sanzioni non sono lievi: 160 euro e perdita di cinque punti, poi alla seconda sanzione nel biennio scatta la sospensione della patente da uno a 3 mesi. Ma – conclude l’Asaps – “si ha netta la sensazione che il fenomeno stia dilagando, superando ampiamente le percentuali fisiologiche, e il sistema di contestazione e contrasto veda un abbassamento ingiustificato del livello di attenzione”.(ANSA)asaps


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Antonella Zangaro

Autore

Articolo scritto da: | 345 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:30524248