Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Anziani legati per ore in casa di riposo di Predappio. Sospeso sacerdote

Legati per ore, in alcuni casi anche per intere giornate, non solo a sedie o letti, ma anche a termosifoni e divani senza alcuna possibilità di muoversi o di andare in bagno. E’ quanto accadeva con regolarità in una casa di riposo di Predappio, nel forlivese, dove anziani pazienti, in particolare sette dei trenta ospiti, venivano maltrattati e sottoposti a pratiche illegali di contenimento. Le indagini, condotte dai poliziotti dalla Squadra Mobile di Forli’ e del Servizio Centrale Operativo, si sono strette intorno alla figura di un sacerdote di 60 anni, direttore della struttura religiosa-socio assistenziale, che fa parte della rete dei 13 centri sparsi per l’Italia dell’Opera San Camillo, e della sua più stretta collaboratrice, una donna di 40 anni. Per i due è scattata un’ordinanza cautelare emessa dal gip: sono stati sospesi dall’esercizio del pubblico servizio perché ritenuti responsabili in concorso dei maltrattamenti. L’indagine è partita circa dieci mesi fa dalla denuncia di una collaboratrice che ha fornito per prima una prova di quanto accadeva portando un filmato. Da li’ sono partiti gli approfondimenti dei poliziotti, anche con l’uso di telecamere. La collaboratrice che ha dato il via all’indagine aveva provato a chiedere conto al sacerdote, direttore della struttura, di questi trattamenti “inumani” nei confronti degli ospiti. La donna, come si vede nel video, si era rivolta al religioso: “Io voglio chiederti come funziona. Se questo per te e’ riabilitazione… secondo te, per non far fumare una persona la leghi a un letto? Faresti cosi’ con tua madre, tuo fratello, tuo figlio? “Si’, tu come faresti? Quando hai 15 persone da curare”, era stata la risposta del sacerdote.
Gli anziani che venivano immobilizzati ora saranno presi in cura dai servizi sanitari per capire quali altri ‘danni’ abbiano subito a causa del ‘regime’ della loro permanenza nella struttura.
E’ stato “dimostrato come gli indagati avessero optato per forme abusive di contenimento pur di sopperire alla carenza di personale specializzato ed adibito all’assistenza socio-sanitaria”.
Nel dare esecuzione all’ordinanza del gip, sono state sequestrate numerose cartelle cliniche, perquisiti tutti i locali della struttura e sentite “numerose persone informate sui fatti cosi’ da circostanziare le modalita’ delle pratiche illegali utilizzate”, spiega ancora la Polizia che ha provveduto, inoltre, a far nominare un nuovo direttore per “garantire un regolare e dignitoso percorso socio assistenziale per i pazienti”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Barbara Paknazar

Autore

Articolo scritto da: | 538 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:22 ram:35133984