Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Anche Sky chiede chiarezza sul Parma. Domenica si gioca al 50%

Pizzarotti: ” Le possibilità che il Parma giochi sono legate alla gestione del ‘Tardini’. Bisogna capire chi può organizzare l’evento in che modalità perché ovviamente il comune non vuole sostituirsi o trovare le risorse economiche”

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_PARMA_20150403.mp4

L’impressione è che qualcosa si muoverà in fretta sul caso legato al Parma. Perchè? Perchè Sky ha fatto sentire la propria voce facendo capire che il miliardo di euro sul campionato italiano viene versato anche come garanzia della sua regolarità. “Sky ha pagato un’altra tranche dei diritti televisivi, la quinta, lo ha fatto malgrado la situazione attuale del Parma, malgrado non si sappia al momento se il Parma giocherà ancora tutte le altre partite. È una presa di coscienza, e anche di responsabilità, nei confronti del mondo del calcio”. A parlare è il condirettore di Sky Sport Fabio Caressa : “Vogliamo dare ancora fiducia e sostenere Parma, la città, la squadra, i giocatori, gli impiegati del Parma che in questo momento sono in grande difficoltà, e i tifosi, molti dei quali sono nostri abbonati. Sky vuole essere vicina al mondo del calcio, però è anche preoccupata che questo campionato si concluda con la regolarità che merita, con tutte le partite giocate. E poi Sky è anche preoccupata che questa situazione non si ripeta più in futuro. Per far questo servono degli organi di controllo diversi, anche una presa di responsabilità di qualcuno perché questa situazione non può più essere presentabile. C’è bisogno che chi ha la responsabilità della situazione se la prenda”. Parole pesanti, soprattutto verso la Lega e la federazione che nei giorni scorsi hanno cercato di liberarsi dalle responsabilità affermando che se ci sono stati punti di penalità i controlli sono stati fatti. Senza dimenticare che la Uefa dalla scorsa estate ci aveva visto nero. Si sono mossi poi i sindaco a difesa dei posti di lavoro: Qualsiasi piano o ragionamento di salvataggio o rilancio di cui si sente parlare e si legge in questi giorni, non può prescindere da garanzie ben precise in termini di mantenimento dei posti di lavoro. E’ quanto sottolineano le organizzazioni sindacali di categoria dopo l’assemblea dei lavoratori – dipendenti e collaboratori – delle società Parma Fc e Eventi Sportivi. Assemblea, scrivono i sindacati in una nota, ”per valutare la gravissima situazione che sta attraversando il Parma calcio e in particolare per quanto riguarda la mancata corresponsione delle retribuzioni e le prospettive occupazionali nonché la salvaguardia dei posti di lavoro dei dipendenti-collaboratori tutti. Si tratta di 23 lavoratori dipendenti, di circa 14 collaboratori e una decina di lavoratori a partita Iva”. Ha poi parlato anche il sindaco Pizzarotti: “La Figc non rinvierà più le partite del Parma? Questo sono le loro regole. Noi stiamo facendo il massimo per salvare il nome della città non la società in quanto tale che farà il suo percorso e questo non mi interessa”. Così il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, entrando in Figc per incontrare il presidente Carlo Tavecchio. “Penso che sarebbe anche un bel segnale il fatto che se una società va male fallisce e si riparte dalle regole condivise – aggiunge -, ma stiamo cercando di salvaguardare l’immagine della città. Da questo incontro mi aspetto di capire la strategia della Figc – aggiunge Pizzarotti -. Noi d’impegno ne abbiamo messo tanto ma si esaurirà prima o poi perché dobbiamo tornare a fare le nostre cose. Che la Lega e la Figc facciano quello che devono fare”. Il primo cittadino parmigiano glissa invece sul patron ducale Giampiero Manenti: “Non lo sento da venerdì scorso – spiega -. Parlo con le persone che ancora lavorano anche senza stipendio al Parma Calcio che mi aggiornano sulla situazione. Sento anche il commercialista che sta seguendo i suoi conti per avere qualche informazione. Se Manenti non mi chiama chiamo io altri”. Le possibilità che il Parma giochi sono legate alla gestione del ‘Tardini’. “Bisogna capire chi può organizzare l’evento in che modalità perché ovviamente il comune non vuole sostituirsi o trovare le risorse economiche – conclude -. Oggi è mercoledì ci si avvicina alla gara e vedo calare le possibilità”. All’uscita, poi, il sindaco ha detto che le possibilità che la partita contro l’Atalanta si giochi sono al 50% e non dipendono solo dal Parma ma anche dalla Federcalcio che prenderà una decisione definitiva venerdì.
Infine Il commercialista Mauro Morelli è stato nominato curatore speciale della società Parma Football Club Spa su decreto emesso dalla sezione impresa del tribunale, firmato dal presidente Anna Maria Drudi, in seguito al ricorso presentato il 16 febbraio da Roberto Giuli, legale rappresentante di Energy T.I. Group Spa, società del settore energetico socia di minoranza del club emiliano. Energy T.I. aveva segnalato “gravi irregolarità nella nomina e nella composizione del consiglio d’amministrazione del club crociato sia nell’era Taci che in quella attuale con presidente Giampietro Manenti”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 2899 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:30293688