Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Al via la trasformazione dell’ex Staveco in polo universitario

La ex caserma Staveco avrà presto un nuovo volto. Comune e Università hanno raggiunto l’accordo. Entro 22 mesi potrebbero partire i lavori per la costruzione del nuovo polo universitario, che ambisce a diventare polo di attrazione internazionale per la comunità accademica e la cittadinanza.

Un secolo fa vivevano dentro queste mura 12mila giovani, militari tra i 18 e i 20 anni. Erano gli anni della guerra, del pirotecnico e dello Stabilimento Veicoli e Motocicli militari. Dopo decenni di inutilizzo e parziale abbandono, l’area della ex Staveco, dietro ai viali di circonvallazione tra porta San Mamolo e Porta Castiglione, potrebbe rinascere sotto nuove spoglie e accogliere nuovamente migliaia di giovani, studenti universitari. Dopo trent’anni di dibattiti sull’utilizzo e il complicato confronto tra Agenzia del Demanio e Comune di Bologna, l’accordo è prossimo alla firma.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_staveco_20140219.mp4
La proprietà dei 93mila metri quadrati, di cui 42mila edificati, andrà gratuitamente all’Università di Bologna che costruirà un nuovo polo universitario, circondato da un vasto spazio verde e con un parcheggio interrato da 400 posti auto. E la posizione è più che mai strategica: tra il centro storico e la collina. 22 mesi di tempo a partire dalla sottoscrizione dell’accordo, ovvero dal primo marzo. Mesi in cui l’università si impegna a consegnare al Comune il piano di dismissione immobiliare, poi il progetto al ministero dell’Economia, l’appalto dei lavori e il piano definitivo da approvare. La Staveco sarà ceduta dal Comune all’Alma Mater a titolo gratuito, anche se per Palazzo d’Accursio l’operazione non sarà a costo zero, visto che il Comune dovrà rinunciare alla percentuale (tra il 5 e il 15%) prevista dall’accordo col Demanio sulla valorizzazione delle altre aree in dismissione; si parla di circa 25 milioni di euro. Il rettore Ivano Dionigi e il sindaco Virginio Merola la definiscono un’intesa storica. Per trovare una parte del finanziamento necessario, l’Alma Mater dovrà realizzare un piano di dismissioni dei propri immobili e quella che è la zona universitaria per eccellenza, di qua e di là da via Zamboni, cambierà abito. Del resto, solo poche generazioni fa, anche gli studenti di agraria e veterinaria frequentavano la cittadella universitaria nel cuore della città.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 906 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:30425936