Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Aggressioni e violenze gratuite: sgominata la baby gang “Bolognina Warriors”

Le parole baby gang e bullismo non bastano a rendere l’idea. Quelle di cui si rendevano responsabili i Bolognina Warriors, come si definivano tra loro con orgoglio i giovanissimi, erano vere e proprie aggressioni. Atti di violenza gratuita contro i soggetti più deboli come anziani e disabili. E poi schiaffi e calci a coetanei, a volte per rubare altre volte semplicemente per dimostrare di esserne capaci. Sono una decina in tutto i componenti della banda di giovanissimi fermata dalla Squadra Mobile di Bologna. Alcuni, con meno di 14 anni, non sono imputabili mentre la quindicenne leader del gruppo e un’altra ragazzina di 14 anni sono finite ora in una comunità per minori.

Il provvedimento è relativo ad un solo episodio: una rapina commessa il 28 marzo scorso in via Ugo Bassi dalle due ragazzine. Eccole, nel video diffuso dalla Polizia, mentre si allontanano dopo avere picchiato e rapinato due coetanee. Ma l’atto violento non passa inosservato. Due passanti fermano alcuni componenti della banda e, per tutta risposta, le baby bulle inscenano una violenza sessuale. “Mi stanno stuprando” urla la leader e nello scompiglio che si crea le due si dileguano. A fermarle sono poi i poliziotti di quartiere che le accompagnano in questura, dove non si mostrano per nulla spaventate.

Analizzando i contatti su facebook e le conoscenze delle due fermate gli investigatori sono poi riusciti a risalire agli altri componenti del gruppo. E si sono trovati davanti ad adolescenti e famiglie in parte normalissime.

Al gruppo la polizia attribuisce anche molti altri episodi: danneggiamenti alle serrande di negozi, schiaffi ai coetanei e aggressioni ad anziani. In un caso, forse il più grave, un coetaneo è stato colpito più volte con un portariviste di metallo ed è stato portato d’urgenza in ospedale. Tutte violenze gratuite che spigono il gip a parlare, nel provvedimento contro le due ragazze, di “propensione a delinquere” e “pericolosità sociale”, sottolineando la “destrezza” e la “disinvoltura con cui colpiscono”. Se la permanenza in comunità non fosse sufficiente il prossimo passo, scrive il giudice, sarà l’istituto minorile.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 1104 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:35279168