Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Adozione omossessuale: da Bologna un caso alla Consulta

Il Tribunale per i minorenni dell’Emilia-Romagna ha sollevato con un’ordinanza, ha dato notizia il difensore, avv. Claudio Pezzi – la questione di legittimità costituzionale in ordine alla ‘legge adozioni’ in merito all’istanza di riconoscimento in Italia di un’adozione già statuita negli Stati Uniti.

Bologna è ancora al centro della questione dei diritti che riguardano famiglie di diverso tipo rispetto a quello tradizionale, maturati e riconosciuti all’estero ma non in Italia. Questa volta il Tribunale per i minorenni dell’Emilia-Romagna ha sollevato con un’ordinanza la questione di legittimità costituzionale riguardo alla ‘legge adozioni’ in merito alla richiesta di riconoscimento in Italia di un’adozione già statuita negli Stati Uniti.

In particolare va alla Consulta il caso di due donne lesbiche, sposate all’estero, che hanno chiesto, appunto, al tribunale bolognese il riconoscimento di una sentenza americana con cui il giudice statunitense aveva disposto l’adozione di una minore, figlia biologica di una delle due, nei confronti dell’altra donna. Le due donne e i rispettivi figli, nati con fecondazione eterologa, risiedono regolarmente in Italia dove si sono trasferite. L’ordinanza, secondo quanto si apprende, non intende introdurre una nuova forma di adozione in Italia ma si chiede alla Corte Costituzionale come tutelare in Italia il figlio di una famiglia omogenitoriale formatasi all’estero.

Se la Consulta dovesse respingere la questione sollevata, il tribunale dovrebbe respingere il ricorso “perché attualmente – si legge nel provvedimento – le norme impugnate precludono al tribunale di riconoscere la decisione adottiva straniera, pronunciata in favore di una persona unita dal genitore biologico del minore adottato, da matrimonio same-sex”. Infatti, aggiunge il presidente estensore Giuseppe Spadaro nella sua ordinanza “il Tribunale non può e non intende ‘sostituirsi’ al legislatore che, nel nostro ordinamento, è l’unico organo che può disciplinare la materia con apposita e auspicabile normativa. Spetta infatti al Parlamento, nell’esercizio della sua piena discrezionalità, individuare le forme di garanzia e di riconoscimento per le unioni omosessuali. Tuttavia, quando si trovi a dover interpretare le norme, il magistrato può sottoporle al vaglio della Corte costituzionale quando ritenga che la loro applicazione non consenta di tutelare beni e valori costituzionalmente garantiti quale, nel caso di specie, il diritto fondamentale del fanciullo a una famiglia.

Lo sguardo del Tribunale- viene spiegato- si è rivolto quindi non al rapporto e all’interesse delle donne , ma è diretto esclusivamente al rapporto genitoriale e all’interesse preminente del minore. Secondo i giudici, che richiamano la giurisprudenza della Cassazione “il matrimonio same-sex, infatti, non è inesistente ma improduttivo di effetti giuridici in Italia per l’assenza di una specifica legge”. Ciò discende dal fatto che “la coppia formata da persone dello stesso sesso rientra comunque nell’ambito delle formazioni sociali presidiate dall’art. 2 della Carta costituzionale”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7006 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:34 ram:30278400