Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Acque termali solfuree per rigenerare le ossa

Una molecola, il Solfuro di Idrogeno (H2S), presente in molte acque termali, ha la capacità di regolare la capacità delle cellule delle ossa di rigenerarsi. Uno studio, condotto dall’Istituto Ortopedico Rizzoli (Ior) di Bologna e dalla Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale (Forst), ha come obiettivo l’analisi della capacità della molecola. Verrà presentato domani, all’hotel NH de la Gare di Bologna. E’ il progetto ‘Il ruolo del Solfuro di Idrogeno nella regolazione del metabolismo osseo’. Lo studio, realizzato grazie al finanziamento da parte di Forst verrà, infatti, condotto dal dottor Francesco Grassi presso la Struttura Complessa Laboratorio di Immunoreumatologia e Rigenerazione Tissutale (Laboratorio Ramses) dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, diretto dal Prof.Andrea Facchini. Il Laboratorio si dedica allo studio delle possibilità di applicazione della medicina rigenerativa, uno dei più innovativi campi in ambito medico, alla terapia dei tessuti danneggiati da malattie degenerative quali, ad esempio, le patologie reumatiche. Diverse patologie, infatti, fanno sì che venga meno il naturale processo di rigenerazione dei tessuti danneggiati, che perdono quindi le loro funzioni originarie. L’osso, anche se apparentemente statico, viene continuamente rinnovato, attraverso l’attività degli osteoblasti, che producono tessuto, e degli osteoclasti, che lo distruggono. Se gli osteoclasti hanno un’attività troppo alta, però, portano ad una distruzione eccessiva delle cellule dell’osso, causando diverse patologie erosive dello scheletro. “Partendo dall’ipotesi che il Solfuro di Idrogeno potesse interferire con la funzione degli osteoclasti – spiega Facchini – abbiamo testato la sua attività su osteoclasti umani. I risultati che abbiamo ottenuto hanno dimostrato che l’H2S è capace di bloccare la loro differenziazione e, quindi, la crescita in cellule mature che possano distruggere il tessuto. Inoltre, è stata bloccata anche la loro capacità di erodere il tessuto osseo. Da un punto di vista genetico, questo avviene attraverso l’attivazione da parte di H2S del gene NRF-2, uno dei più importanti regolatori della risposta anti-ossidante, e che questo meccanismo blocca il segnale di trasduzione mediato da Rankl, la citochina essenziale per il differenziamento degli osteoclasti. Test specifici hanno accertato che tale effetto inibitorio non è dovuto a tossicità cellulare, ma ad una specifica interferenza con i meccanismi biochimici che determinano il differenziamento degli osteoclasti”. “I risultati del nostro lavoro, quindi, identificano l’H2S come un trasduttore di segnale capace di agire come anti-ossidante e di inibire la funzione degli osteoclasti nell’osso – afferma Grassi -. Se confermati in studi su animali, questi risultati potrebbero suggerire un possibile ruolo terapeutico dell’H2S come trattamento anti-catabolico nelle patologie che causano una perdita di tessuto osseo”. (ANSA)


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:29 ram:35424552