Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Abete: ” La Figc si è resa disponibile a garantire un fondo interno di 20 milioni di euro”

La Figc si è resa disponibile a garantire un fondo interno di 20 milioni di euro per il triennio 2011-2013 per eventuali contenziosi sul contributo di solidarietà, potrebbe non saltare la prima giornata.

La Figc si è resa disponibile a garantire un fondo interno di 20 milioni di euro per il triennio 2011-2013 per eventuali contenziosi sul contributo di solidarietà. Attendo riscontri da parte della Lega di A. Lo ha confessato Giancarlo Abete, a proposito del contenzioso sul contratto collettivo. In caso negativo, il presidente federale rinvierà, ma solo domani, la prima giornata. – “Ho dato la mia disponibilità per ulteriori momenti di confronto tra la Lega e l’Assocalciatori – ha aggiunto Abete – Se le risposte saranno diverse da ieri, bene. Altrimenti domani provvederò al rinvio della prima giornata di campionato visto che ho ricevuto una delega per farlo dal Consiglio federale.Con questo fondo si aprono, in realtà, spiragli perché si possa giocare. La Federcalcio sta studiando con il Coni la possibilità di stanziare un fondo garanzia di 20 milioni all’anno a tutela delle società di calcio nel caso in cui dovessero essere legalmente obbligate a pagare il contributo di solidarietà stabilito dal Governo lo scorso 14 agosto. Questa possibilità dovrebbe portare a un riavvicinamento tra le parti. L’altra ipotesi in ballo è quella di un rinvio della prima giornata. Il Consiglio federale, infatti, avrebbe dato il mandato al presidente della Figc, Giancarlo Abete, di adottare gli eventuali provvedimenti per il rinvio del campionato dando contemporanemanente disposizione alla Lega per individuare il giorno del recupero della giornata che probabilmente sarà il 21 dicembre. La Seri A, in questo caso, partirebbe direttamente dalla seconda giornata, in programma il prossimo 11 settembre. Questa ipotesi consentirebbe alle parti di trovare un’intesa e di evitare, quindi, in realtà lo sciopero. “Non c’è margine di trattativa, abbiamo già trattato per mesi. Non ci sono margini perchè vorrebbe dire modificare i punti in questione che sono molto chiari”. Lo ha detto il presidente della Lega di Serie A, Maurizio Beretta, all’ingresso in federcalcio dove a breve riprenderanno i lavori del Consiglio federale per trattare il nodo del rinnovo del contratto collettivo dei calciatori.
Il presidente della Lega di Serie A Beretta ha poi aggiunto che “abbiamo due aspetti molto chiari: o si sottoscrive l’idea che i calciatori paghino il contributo di solidarietà o non lo si sottoscrive. Non ci sono margini di trattativa”. “Lo stesso vale per l’articolo 7 – ha proseguito Beretta facendo riferimento alla norma che disciplina gli allenamenti dei cosiddetti fuori rosa – che deve prevedere che sia di competenza dello staff tecnico organizzare gli allenamenti secondo le migliori esigenze dal punto di vista sportivo. Questi sono i due punti che noi abbiamo consegnato ieri nella formulazione più semplice possibile”. Il presidente Beretta prima di entrare in federcalcio ha quindi concluso: “Se i calciatori fossero in buona fede non avrebbero problemi a sottoscrivere il pagamento del contributo di solidarietà, a metterlo nero su bianco. È francamente difficile arrampicarsi sugli specchi. L’ottimismo di ieri prima dell’assemblea di Lega era dettato dal fatto che eravamo molto vicini a trovare la soluzione del problema. Percentuali di sciopero? Questo bisogna chiederlo all’Assocalciatori, non siamo noi a scioperare”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 428 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:27 ram:35450112