Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

27enne di buona famiglia: disse di essere stata rapita e stuprata da tre rumeni, ma era tutto inventato. Perché?

violenza02gAveva detto di essere stata prelevata da tre uomini dell’Est, probabilmente rumeni, nella centrale piazza XX Settembre di Bologna; caricata su un furgone, e stuprata per ore. Era tutto falso. Dopo dieci giorni di indagini (il falso stupro era stato denunciato il 9 Dicembre), gli investigatori hanno trovato prove inequivocabili che la ragazza che si era detta vittima di tanta violenza, si trovava in realtà altrove, ripresa da varie telecamere che la mostravano attraversare senza problemi la piazza in cui sarebbe avvenuto il rapimento, proseguire indisturbata verso la stazione, e salire sul treno regionale per Prato. Anche le tracce telefoniche del suo cellulare confermano che nei momenti in cui aveva detto di essere stata sottoposta alle sevizie sessuali dei suoi rapitori, in realtà si trovava da tutt’altra parte, in Toscana. Ed anche la visita ginecologica alla quale si era sottoposta qualche giorno dopo il presunto stupro (dicendo di non sentirsela di farlo prima) non aveva rilevato alcuna traccia né fisica né biologica delle violenze denunciate.
Un comportamento difficile da interpretare quello di questa giovane bolognese, 27 anni, con tutte le caratteristiche della ragazza al di sopra di ogni sospetto: ottima studentessa vicina alla laurea in Ingegneria, appartenente ad una famiglia facoltosa (il padre è stato ufficiale della Finanza, ed ora lavora nel settore privato), fidanzata con un imprenditore, dirigente giovanile del Pdl, che avrebbe dovuto sposare la prossima primavera. Cosa l’ha indotta ad inventarsi una storia simile? Solo lei potrebbe svelarlo. Intanto da presunta vittima di violenza sessuale è diventata la destinataria di una denuncia per gravi reati: simulazione di reato, falsa dichiarazione al pubblico ministero.
In realtà la ragazza non avrebbe voluto trasformare la sua bugia in una denuncia. Si era anzi rifiutata di chiamare la polizia. Era stata il padre a farlo, dopo aver ascoltato il suo racconto, quando la era andata a riprendere sconvolta in un negozio Blockbuster di Casalecchio, dal quale “quel giorno” aveva telefonato alla famiglia. Anche i commessi del negozio, cui aveva chiesto di poter fare la telefonata, hanno confermato che la ragazza appariva realmente sconvolta. Resta da stabilire, per chi, o per che cosa, era tanto turbata: per chi, o per che cosa, ha poi inventato quella montagna di bugie, per altro controproducenti per lei stessa. Forse qualcosa che appartiene ad una sua personalità parallela a quella della ragazza “perfetta e di buona famiglia”. Qualcosa in grado di spingerla ad un comportamento così disperato ed assurdo. Fra tanti dubbi ed incertezze, un’unica sicurezza: che una bugia così grande, corrisponde certamente ad un’altrettanto grande richiesta di aiuto…

Foto generica di repertorio


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35254216