Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

23 Luglio 1904: l’invenzione (italiana) del cono gelato

A contendersi il merito di aver inventato il “cono gelato” sono un italiano ed un siriano, entrambi immigrati negli Stati Uniti. L’italiano – Italo Marchioni di origine marchigiana, stabilitosi a New York – ha però dalla sua l’innegabile attestato di aver formalmente brevettato per primo il suo cono per gelati (brevetto numero 746971 degli Stati Uniti, rilasciato nel 1903). L’idea gli venne per la necessità di risparmiare sui bicchieri di vetro nei quali serviva abitualmente i suoi gelati: molti “sparivano”, non venivano cioè restituiti dai clienti, o si rompevano. Marchioni ebbe così l’idea di creare un contenitore di forma conica, arrotolando l’impasto di un biscotto.

La versione del suo contendente siriano, tal Enrst Hamwi, colloca la nascita del cono gelato all’interno di una Fiera di Saint Louis, la “Lousiana Purchasde Exposition” del 1904. Hamwi era un pasticcere ed all’interno della Fiera aveva un banco nella quale vendeva “zalabia”, una pasta croccante allo sciroppo cotta in una pressa bollente per wafer. Ad un certo punto ricevette la richiesta di aiuto di un vicino di banco, un gelataio di nome Arnold Fornachou (altri dicono Charles Menches), che aveva terminato i piatti su cui serviva i suoi gelati. Fu allora che Hamwi sostiene (in una sua lettera del 1928) di avere avuto l’idea di arrotolare la sua zalabia ancora calda, in modo che potesse contenere il gelato.

Probabilmente però sia Marchioni che Hamwi sono a loro volta debitori dell’idea ad un’altra grande italiana, Caterina de’ Medici, che diversi secoli prima si faceva confezionare gelati in ostie di pane.

Il primato italiano nel settore della gelateria venne comunque ribadito – sempre a proposito del cono – da un altro gelataio di Napoli, tal Spica, che nel 1960 risolse definitivamente il problema dei coni gelato che diventavano fradici e si rompevano. Spica elaborò un processo produttivo che isolava l’interno del cono-wafer con un piccolo strato di olio, zucchero e cioccolato, che rendeva oltretutto lo stesso cono ancora piĂą gradevole. Registrò la sua innovazione con il marchio “Cornetto”. Nel 1976 cedette il marchio e l’invenzione alla multinazionale Unilever e da allora il “cornetto” è diventato uno dei gelati piĂą diffusi e popolari nel mondo.

.
.
AGENDA STORICA DEL 23 LUGLIO

1829: Negli Stati Uniti viene brevettata (da William Burt) la prima macchina da scrivere.

1929: Il Fascismo mette al bando l’uso di qualsiasi parola straniera in ogni comunicazione scritta e orale.

1982: La Commissione Internazionale per la caccia alle balene stabilisce che questa pratica abbia fine, per usi commerciali, entro il 1986. Ma non andò così…

1984: Vanessa Williams è la prima Miss America a rinunciare alla fascia ed alla sua corona per l’apparizione di sue foto nuda sulla rivista Penthouse.

1985: Andy Warhol diventa il testimonial del nuovo computer della Commodore: l’Amiga 1000.

1992: Una commissione vaticana di alti prelati, presieduta dal cardinale Ratzinger (l’attuale Papa Benedetto XVI) stabilisce ” la necessitĂ di limitare i diritti degli omosessuali e delle coppie non sposate.

.
.
COMPLEANNI E LUTTI

Il 23 Luglio nascono il celebre giallista americano Raymond Chandler (1888-1959), lo scrittore Elio Vittorini (1908-1966), il comico Massimo Boldi (1945), il cantautore Edoardo Bennato (1949), la psicologa Monica Lewinsky (1973) e l’attore inglese Daniel Radcliffe (1989).

Nello stesso giorno scompare l’autore del “Gattopardo” Giuseppe Tomasi di Lampedusa (1896-1957).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:30 ram:35439904