Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

jump to caber.org

22 Settembre: la morte delle ultime streghe americane e del più discusso “sensitivo” italiano Gustavo Rol

BRUCIATA VIVAARCHIVIO_FRANCO_ROL_L11rE’ un giorno decisamente intriso di magia, nera e bianca, il 22 Settembre: lo stesso giorno, a distanza di tre secoli un episodio dall’altro, segna infatti l’ultimo patibolo di streghe in America (1692) e la morte (1994) del più noto e discusso “sensitivo” italiano di tutti i tempi, Gustavo Rol.

Le ultime esecuzioni per stregoneria nel Nuovo Mondo furono quelle della cittadina di Salem, nel Massachusset, dove un’ondata di isteria collettiva portò all’arresto ed all’impiccagione di 20 persone per lo più donne, ma anche uomini e bambini. Un altro anziano imputato (Giles Corey, 80 anni) fu ucciso usando pesanti lastre di pietra per schiacciarlo. Altre 4 persone morirono in carcere. Tutto questo per opera di accusatori e giudici invasati a tal punto da sollevare profonde perplessità ed inquietudini da parte delle autorità centrali dello stato del Massachusset. L’anno successivo, infatti, il governatore Phips sciolse la corte di Salem ed istituì una nuova corte di giustizia che prese in esame 52 casi, assolvendo 49 imputati e commutando la pena di altre 3 condannati a morte.

QUATTRO SECOLI DI CACCIA ALLE STREGHE: DALL’OSSESSIONE DEL DIAVOLO A QUELLA DEL COMUNISMO

Da allora (1692) negli Stati americani non si ebbero più altre caccie “fisiche” alle streghe; l’espressione “caccia alle streghe” assunse piuttosto il significato di persecuzione e pregiudizio politico, in particolare al tempo della crociata anticomunista del senatore statunitense Jospeph McCarthy negli Stati Uniti nei primi Anni Cinquanta, con inchieste, processi, epurazioni, che in un clima di generale paranoia (non dissimile dai fanatismi di tre secoli prima a Salem) travolsero centinaia di persone innocenti, il cui unico reato era quello di avere idee politiche non allineate a quelle dominanti. Una curiosità: il personaggio vecchio e quasi cieco dei cartoni animati americani degli Anni Sessanta, Mr. Magoo, era nato come parodia della cieca isteria “maccartista” di quell’America ossessionata dalla paura del comunismo.

50MILA ROGHI IN EUROPA

Quanto alla caccia alle streghe vera e propria, quella che si scatenò in Europa fra il XVI e XVII secolo, c’è da notare che nonostante l’Italia fosse l’epicentro del potere e dell’influenza cattolica, non fu il nostro paese quello in cui si condannarono e bruciarono più streghe; i paesi in cui ci furono più roghi furono in realtà la Francia, l’Inghilterra, la Germania e la Spagna. Le ipotesi minime parlano di circa 110.000 processi e 50.000 esecuzioni. Di questi processi l’80% degli accusati era di sesso femminile, e solamente in Estonia (60%), Russia (68%) e Islanda (90%) vi fu una predominanza maschile.

LE STREGHE BRUCIATE A MIRANDOLA

In Italia la maggior parte dei roghi di streghe e stregoni si ebbe nella prima parte del ‘500 soprattutto nell’Italia Settentrionale ed in Toscana, con un solo caso a Benevento.
Le persecuzioni maggiori si sono svolte:
In Val Camonica, fra il 1518 ed il 1521, la più grande caccia alle streghe dove vi furono tra i 62 e gli 80 roghi
Nella zona di Como, nel 1500 ca, con circa 60 roghi
Nella Val di Fiemme, fra il 1501 e il 1505, con 11 roghi
In Emilia nel circondario di Mirandola, fra il 1522 ed il 1523, con 10 roghi
A Poveragno (Cuneo), nel 1513, con 9 roghi.
Una classificazione e una documentazione più precise dei processi e delle condanne a morte per stregoneria, purtroppo non è possibile, perché i documenti sono stati in gran parte distrutti, anche per ordine della chiesa, come nel caso dei verbali dei processi della Valcamonica, che nell’Ottocento vennero ritrovati nella collezione privata di un canonico, don Luigi Brescianelli, ma che furono bruciati per ordine tassativo del vescovo di Brescia, Giacinto Gaggia, per non fomentare polemiche anticlericali.

IL “ROGO POSTUMO” DELL’ERETICO SEPOLTO COME UN SANTO NEL DUOMO DI FERRARA

L’inquisizione delle streghe si confuse in quegli anni con quella degli eretici e dei dissenzienti dal potere dogmatico della Chiesa. Persecuzione che ampia a dismisura la contabilità delle vittime e dei roghi.
A Ferrara si è verificato anche un singolare caso di “rogo postumo”: nel 1301 venne infatti disseppellito il cadavere di Armanno Pungilupo morto 32 anni prima in odore di santità, e per questo inumato addirittura nel Duomo della città (in un prezioso sarcofago fatto venire da Ravenna, che si diceva fosse stato costruito per l’imperatore Teodosio), il suo sepolcro distrutto, i suoi resti bruciati e dispersi nel Po. Tutto questo perché i frati domenicani della città avevano scoperto che l’uomo (di cui nessuno negava le virtù e le azioni di filantropia) era stato un cataro, perciò un eretico, e come tale meritevole del rogo anche trent’anni dopo la sua morte.

IL SENSITIVO PIU’ DISCUSSO D’ITALIA

Il 22 Settembre 1994, in tempi a noi decisamente più vicini, muore Gustavo Rol, il più discusso sensitivo italiano di tutti i tempi. Era nato a Torino il 20 Giugno 1903 in una famiglia agiata. Dopo essersi laureato in legge, ed avere seguito le orme paterne come dirigente di un grande gruppo bancario, nel 1927, a Parigi, la sua vita subisce una svolta, come lui stesso scrive: «Ho scoperto una tremenda legge che lega il colore verde, la quinta musicale ed il calore. Ho perduto la gioia di vivere. La potenza mi fa paura. Non scriverò più nulla!». Da questo momento attraversa una crisi esistenziale, fino al punto di ritirarsi in un convento. Aiutato dalla madre torna alla vita laica, e decide di mettere in pratica i poteri metapsichici che sostiene di aver acquisito. A partire dagli Anni Trenta la sua fama si diffonde nei salotti dell’aristocrazia e della politica. Si rivolgono a lui capitani d’industria e politici, fra questi, pare, anche Benito Mussolini. Stringe amicizia anche con personaggi come Federico Fellini, Franco Zeffirelli, Cesare Romiti, la famiglia Agnelli.

UN “MIRACOLO” LO FECE DAVVERO: SALVO’ DIVERSI PARTIGIANI DALLA FUCILAZIONE GRAZIE AI SUOI POTERI TELEPATICI

Durante la guerra – è un fatto provato da diverse testimonianze – grazie ai suoi poteri riuscì a salvare dalla fucilazione molte persone, e fra queste diversi partigiani, rastrellati dai nazisti dopo l’8 Settembre, a San Secondo di Pinerolo (dove c’è ancora una piazzetta intestata a Rol che ricorda l’episodio), barattando la loro grazia con “prestazioni telepatiche” in favore dei soldati tedeschi, creando un contatto psichico con le loro case ed i loro cari, in Germania.

I QUADRI CHE SI MUOVEVANO DA SOLI

I poteri paranormali di Rol si manifestavano nell’indovinare la sequenza di interi mazzi di carte da una stanza all’altra, in letture del pensiero, essendo pittore anche in quadri da lui dipinti con particolari che si muovevano da soli sulla tela (ad esempio un uomo dipinto in un punto della tela, che si spostava davanti gli occhi di tutti, in un punto opposto), oppure nella lettura di libri chiusi.
Rol ebbe molti sinceri ammiratori, ma anche molti detrattori. Più volte venne sollecitato a sottoporsi a prove scientifiche controllate (anche da Piero Angela e dallo scienziato torinese Tullio Regge, che in seguito fondarono insieme il Cicap, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale), ma Roll declinò sempre l’invito. A dir il vero una piccola dimostrazione privata a Tullio Regge la diede, indovinando in pieno una carta pensata dallo scienziato. Ma si rifiutò di ripetere l’esperimento una seconda volta come controprova, “non sono Dio, che può ripetersi all’infinito. La dimostrazione gliel’ho data”, “ma io non posso accettarla” rispose Regge, e tutto finì lì.

L’ANIMA UNIVERSALE E LO SPIRITO INTELLIGENTE DI OGNI UOMO

Rol sosteneva che esistesse un’anima generale di ogni cosa e di ogni persona, e che alla morte l’anima di ogni persona si ricongiungesse a quella universale, mentre quello che chiamava “spirito intelligente” dell’individuo continuava ad essere presente sulla terra. Lo stesso Rol affermava quindi di poter entrare in contatto con questi spiriti intelligenti, e che essi partecipassero ai suoi esperimenti.

MAI PRETESO DANARO

Va anche detto che Rol non esibì, né usò mai i suoi poteri per danaro (era di famiglia ricca, e la sua attività di antiquario gli rendeva abbastanza). Perciò anche se sospettato da alcuni di essere un abile manipolatore, e di usare trucchi segreti, nessuno gli ha mai potuto né voluto attribuirgli intenti truffaldini. E’ stato e resta un personaggio estremamente controverso e discusso, fra persone ed amici disposte a giurare di avergli visto fare cose stupefacenti con il solo potere della sua mente, e molti altri “scettici” che lo ritengono semplicemente una specie di uomo di spettacolo, che aveva affinato trucchi magici davvero ragguardevoli, per stare sulla scena. Ed in effetti solo la morte, avvenuta il 22 Settembre del 1994, è stata il suo sipario. Fino ad allora aveva sempre avuto puntati su di sé giornali e televisioni di tutto il mondo.

22 SETTEMBRE: UN GIORNO DECISAMENTE “RADIOATTIVO”

Per concludere la nostra rassegna storica di avvenimenti data 22 Settembre, ricorderemo infine lo scoppio della prima bomba atomica sovietica (nel 1949), e nel 1979 un misterioso esperimento nucleare nei pressi delle Isole Bouvet nell’Atlatico Meridionale attribuito al Sudafrica, evento mai chiarito, passato alla storia come l’”Incidente Vela”.

In questo stesso giorno, nel 1983 viene esposta la prima auto fabbricata in America dai fratelli Duryea; nel 1960 il Mali ottiene l’indipendenza dalla Francia; e nel 1980 l’Iraq invade l’Iran dando inizio ad uno dei più sanguinosi conflitti dopo la seconda guerra mondiale.

DA JOE VALACHI A GOMORRA

Fra i nati illustri da ricordare il 22 Settembre: nel 1903 il futuro gangster americano Joe Valachi; nel 1924 la cantante Ornella Vanoni; nel 1979 il giornalista scrittore Roberto Saviano autore di “Gomorra”.
Fra i morti, oltre a Gustavo Rol, in questa giornata si ricordano la pornostar Ursula Cavalcanti (morta nel 2005) e il celebre mimo francese Marcel Marceau (morto nel 2007).

Nelle foto: a sinistra Gustavo Roll; a destra l’esecuzione di una strega sul rogo


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 6652 articoli inseriti

Copyright © 2014 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
V.Bonazzi, 51 - 40013 Castel Maggiore (Bo) - tel: 051 63236 - fax 051 714795
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria di Pubblicità Publivideo2 Srl.

q:30 ram:24982528