Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

2 agosto: Bolognesi a Raisi: “mia suocera morta sul colpo”

A poco più di due giorni di distanza dal trentaduesimo anniversario della strage dal 2 agosto si alza il livello della polemica. Il deputato finiano Enzo Raisi oggi ha accusato il presidente dell’associazione parenti delle vittime Paolo Bolognesi con cui è in contrasto da anni di non avere i requisti per stare nell’associazione. Pronta la replica di Bolognesi.

Si avvicina il trentaduesimo anniversario della strage del 2 agosto e si fanno sempre più roventi le polemiche che, come ogni anno, ne accompagnano le commemorazioni. All’insegna di un attacco al Presidente dell’Associazione dei Parenti delle Vittime Paolo Bolognesi è stato in buona parte l’incontro avuto con la stampa questa mattina dal parlamentare di FLI Enzo Raisi. Il deputato finiano, ex componente della commissione Mitrokhin ha accusato apertamente Bolognesi di essere abusivo come presidente dell’associazione in base allo statuto della stessa. “Bolognesi entra nell’ associazione perché suo figlio viene ferito -ha dichiarato Raisi- e in effetti l’art.7 dello statuto dell’associazione dice che per i feriti minorenni ci possono stare anche i genitori. Ovviamente il figlio di Bolognesi non è però più minorenne. Allora si è inventato la suocera, che è morta tre anni dopo, e lui dice che é vittima della stazione”. Premesso che le vittime sono solo le 85, cioé non può essere inclusa la suocera – ha aggiunto il deputato Fli – andiamo a vedere cosa dice lo statuto: i parenti dei deceduti devono essere coniugi, genitori, figli, fratelli o sorelle. Essendo lui genero della suocera, è evidente che può essere solo sua moglie e non lui. E’ un ‘abusivo’ da alcuni anni. Immediata è arrivata la replica del presidente Bolognesi che ha specificato come la suocera, Vincenzina Sala, sia morta sul colpo e che sia stata riconosciuta per l’anello che aveva al dito alle 2 del mattino del 3 agosto, in obitorio. Bolognesi ha ricordato anche che il nome è sulla lapide delle vittime. “Chi parla non sa cosa è stata la strage per la mia famiglia. Altre tre persone – mio figlio, mio suocero, mia madre – sono rimaste ferite. Con invalidità che vanno dall’80 al 100%”. La suocera di Bolognesi era già stata presa di mira da Giusva Fioravanti, uno dei tre membri dei Nar condannati in via definitiva per la stage. L’ex terrorista, nell’ambito di un’intervista per un documentario aveva definito la scomparsa della congiunta per Bolognesi “non una vera perdita”. Nel pomeriggio mentre da parte di alcuni organi di informazione si incominciava a parlare apertamente di gaffe da parte di Raisi il finiano ha risposto ribadendo la presunta illegittimità della posizione di Bolognesi. Nell’incontro il parlamentare aveva parlato anche del caso di Mauro Di Vittorio, attorno alla cui vicenda, secondo Raisi, sarebbe stato costruito un vero e proprio depistaggio. Parlando dell’inchiesta bis sulla strage di cui da anni è titolare la procura di Bologna e che prese le mosse proprio dalle carte della commisione Mitrokhin, il procuratore aggiunto Valter Giovannini ha oggi ribadito come la procura stia “con il doveroso riserbo, facendo il suo lavoro”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 1107 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:28 ram:35254320