Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

19 Giugno 1876: Cesare Lombroso studia “L’Uomo Criminale”

La nascita dell’antropologia criminale coincide con la pubblicazione di un saggio – “L’Uomo Criminale” (Giugno 1876) – a firma dello scienziato italiano Cesare Lombroso, formatosi sulle dottrine positiviste dell’evoluzionismo, il cosiddetto “darwinismo sociale”, dottrina che postula forti condizionamenti del comportamento predeterminati fin dalla nascita di ciascun individuo.

Per Cesare Lombroso esisteva quindi una “tipologia” delinquenziale dell’uomo, determinabile da fattori osservabili scientificamente. Lombroso riteneva che il tipo-delinquente fosse il risultato di un decadimento biologico dell’evoluzione di certi gruppi umani, o meglio un mancato sviluppo da condizioni brutali e primitive che – secondo lo scienziato italiano – tendevano ad affiorare anche nei tratti fisici e mentali dei criminali. I suoi studi furono fortemente influenzati anche dalla fisiognomica, una disciplina di antichissime origini.

Lombroso effettuò quindi centinaia di autopsie su cadaveri di delinquenti, osservando, soprattutto nella conformazione del cranio, ricorrenti caratteristiche morfologiche che secondo lui potevano indicare il “criminale nato”.

La sua attenzione si fissa soprattutto su una fossa nell’occipite dei criminali sezionati, fossa che si riscontra in natura solo negli animali inferiori. In questo Lombroso ebbe un “involontario” collaboratore “post mortem” nel brigante Giuseppe Villella, pluripregiudicato per incendio e furto. Fu proprio sulla sua testa che lo scienziato notò per primo la caratteristica fossa occipitale che riscontrò poi in altri crani di criminali.

La testa del brigante Villella è tuttora conservata, assieme a tante altre, nel museo Lombrosiano di Torino, dove, per egualitarismo del destino, si conserva in formalina anche la testa dello stesso Cesare Lombroso.

Il mondo scientifico e giuridico è profondamente diviso dalle tesi di Lombroso, che comunque tendono ad affermarsi. L’intento dell’antropologo italiano era quello di fornire una giustificazione scientifica a certi comportamenti criminali, sui quali avrebbe agito un condizionamento ereditario cui la volontà del singolo individuo finiva per soggiacere in modo compulsivo.
Ma quella che secondo Lombroso doveva essere una attenuante biologica, finì per diventare un elemento di “razzismo estetico-sociale”, in base al quale bastavano certi tratti morfologici per essere classificati come potenziali criminali (secondo una perversa equazione: brutto = bruto).

Portando la sua teoria all’eccesso, Lombroso arriverà perfino a postulare la pena di morte per i “criminali nati”, ritenendo che ogni trattamento rieducativo non avrebbe potuto avere alcun effetto contro l’atavica predisposizione al crimine.

Cesare Lombroso articolerà successivamente i suoi studi antropologici in percorsi talvolta strani e bizzarri, come testimoniano i titoli di vari suoi saggi: “La ruga del cretino e l’anomalia del cuoio capelluto”, “L’origine del bacio”, “Perché i preti si vestono da donne”; e poi ancora nel 1891 in collaborazione con Filippo Cougnet Studi sui segni professionali dei facchini – Il cuscino posteriore delle ottentotte – Sulla gobba dei cammelli – Sulla gobba degli zebù”; infine nel 1896 un saggio su “Dante epilettico”.

Lo stesso Lombroso elaborerà anche la prima “macchina della verità” da utilizzarsi negli interrogatori giudiziari, macchina basata sull’ascolto delle pulsazioni dell’accusato: il loro aumento, secondo Lombroso, avrebbe rivelato che il soggetto interrogato stava mentendo.
La macchina della verità moderna – basata sul rilevamento dell’attività cerebrale – sarà elaborata da Keeler nel 1935.
.
.
AGENDA STORICA DEL 19 GIUGNO

1324: Viene fondato il Regno di Sardegna e di Corsica.

1865: Il “Proclama di Emancipazione” era stato emanato già due anni prima, ma gli schiavi di Galveston (Texas) saranno informati della loro libertà soltanto il 19 Giugno 1865. La loro condizioni di analfabetismo e segregazione gli aveva impedito di averne notizia. E naturalmente i loro sfruttatori si erano ben guardati dall’informarli.

1976: La sonda spaziale Viking I atterra su Marte, dopo un volo di 10 mesi.

1978: Appare per la prima volta il fumetto del gatto Garfield.

1980: Il presidente americano Jimmy Carter giunge in visita ufficiale in Italia.

2007: Youtube parla finalmente italiano. I portale dei video più famoso del mondo, fino ad allora visualizzato solo in inglese, viene infatti finalmente tradotto in più lingue.

.
.
COMPLEANNI E LUTTI

Il 19 Giugno nascono il filosofo e matematico francese Blaise Pascal (1623-1662), il politico antifascista Piero Gobetti (1901-1926), il politico bosniaco Radovan Karadzic (1947), il campione del ciclismo Francesco Moser (1951), il giornalista Andrea Musi (1953), lo scrittore indiano Salman Rushdie (1947).

Nello stesso giorno ci lasciano lo scrittore e regista Mario Soldati (1906-1999) e lo scrittore inglese premio Nobel William Golding (1911-1993),


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7010 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:35 ram:30542184