Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

15 Dicembre 1966: Le “profezie” dell’Uomo Falena e il crollo del Silver Bridge

Da un mese le cronache locali dell’Ohio stavano dibattendo su ripetuti avvistamenti di una strana creatura che un giornalista aveva battezzato “Mothman”, l’Uomo Falena, trattandosi di un essere alto circa due metri, con grandi occhi rossi, e grandi ali ripiegate sulla schiena. Il primo avvistamento risaliva al 12 Novembre 1966 (cinque uomini dissero di aver visto una figura umana di colore marrone dotata di ali), un secondo avvistamento fu fatto tre giorni dopo da due giovani coppie presso una fabbrica di esplosivi. Il vicesceriffo locale avvalorò la loro testimonianza: “Conosco questi ragazzi da quando sono nati. Non si sono mai messi nei guai e quella notte erano davvero spaventati. Li ho presi sul serio”. Ci furono poi numerosi altri avvistamenti nella zona da parte di diversi altri cittadini, ritenuti persone normalmente attendibili. Ma il successivo 15 Dicembre 1966 le congetture più fantasiose dei giornali lasciarono spazio ad una ben più terribile e crudele notizia di un disastro reale: in quella stessa zona era crollato il ponte sospeso sul fiume Ohio, il Silver Bridge, trascinando in acqua ben 46 automobilisti che stavano transitando al momento del “collasso” della struttura.

MothNei giorni successivi alla disgrazia diversi esperti del paranormale cominciarono a sostenere che le numerose apparizioni dell’Uomo Falena che avevano preceduto il crollo non erano altro che il tentativo di questa benevole creatura di avvisare la popolazione locale dell’imminente sciagura. Alcuni occultisti hanno anche elaborato la teoria che proprio nella zona del Silver Bridge crollato (Point Pleasant) ci sia una delle poche “porte” spazio-temporali della Terra; una zona dove da sempre avvengono fenomeni molto particolari e che anche gli antichi nativi americani consideravano sacra.

Da allora si sono avute notizie di altre apparizioni di “Mothman” in altre parti del mondo, tristemente famose per le tragedie che vi si sono verificate: l’Uomo Falena sarebbe infatti apparso nei pressi della centrale nucleare di Chernobyl, e perfino dopo la caduta delle Torri Gemelle di New York.
Nel programma televisivo Voyager, mandato in onda dalla RAI il 25 Dicembre dello scorso anno, è stata anche mostrata la fotografia di uno di tali avvistamenti.

La scienza ufficiale, da parte sua, ha cercato di fornire diverse spiegazioni (avendo comunque appurato che la maggior parte delle testimonianze sulla apparizioni, provenivano da persone irreprensibili, ed in assoluta buona fede). In primo luogo che l’essere alato fosse in realtà un barbagianni di dimensioni superiori alla norma. O che possa trattarsi di un esemplare di “gufo cornuto”, un rapace notturno di grandi dimensioni.

La vicenda ha ispirato anche best seller e film, come il libro-inchiesta di John Keel “The Mothman Prophecies” (1976) da cui nel 2002 è stato tratto anche un film con Richard Gere.
L’Uomo Falena è stato anche il protagonista di uno dei più celebri episodi della serie Tv “X Files”.

Un altro autore, Mark A. Hall, ha infine sostenuto che il Mothman possa essere una specie animale riconducibile agli uccelli giganti del Pleistocene. Mentre A.B. Colvin, in un altro libro, sostiene che Motham sarebbe un’essenza spirituale che si materializza in momenti critici per l’umanità, e che era già nota in altre culture, come “Thunderbird”, l’Uccello di Tuono, presso i nativi americani, e come “Garuda” presso alcune popolazioni asiatiche.

Fortunatamente – considerando l’ipotesi che Mothman sia una specie di messaggero di sventure – non si hanno notizie di avvistamenti di Uomini Falena in Italia…

DAL CODICE DEI SAMURAI, ALLA “SPARTIZIONE” TELEVISA

Molti altri episodi storici significativi condividono la data del 15 Dicembre: nel 1702 in Giappone quarantasette “ronin” assaltano la dimora di Kira Yoshinaka e lo uccido per vendicare l’assassino del loro signore Asano Naganori. Una vendetta cui sono legati dal loro codice d’onore, il “bushido”; la loro dedizione a tali ideali diventa una leggenda nazionale. Nel 1945 le tradizioni del Giappone, uscito sconfitto dal secondo conflitto mondiale, subiranno comunque una radicale trasformazione. Il 15 Dicembre di quello stesso anno il generale statunitense Douglas MacArthur dichiarira finito il Shintoismo come religione di stato.

Il 15 Dicembre 1945 muore il capo indiano Toro Seduto.
Nel 1902 in Gran Bretagna viene fondata da BBC. Nel 1939 si tiene la “prima” cinematografica di “Via col Vento”.
Nel 1961 il tribunale israeliano per i crimini di guerra condanna a morte il nazista Adolf Eichmann per il suo ruolo nello sterminio degli ebrei (Eichmann era stato individuato e rapito dal servizio segreto israeliano in un paese del Sudamerica).
Nel 1964 l’Italia lancia con successo il suo primo satellite artificiale, il San Marco I.
Nel 1969, sempre il 15 Dicembre, in Italia, a Milano, all’indomani della Strage di Piazza Fontana, muore l’anarchico Giuseppe Pinelli, precipitando da una finestra al quarto piano della Questura di Milano, in circostanze mai chiarite, durante un interrogatorio nella stanza del commissario Calabresi.
Infine, nel 1979, il 15 Dicembre iniziano le trasmissioni della terza rete RAI; assieme ad essa nascono il TG3 (telegiornale nazionale) e la Testata Giornalistica per l’Informazione Regionale (TGR). In base ai criteri di “pluralismo” allora in voga, la rete tre era considerata espressione del PCI, così come la rete due erano considerata espressione del PSI e la rete uno, l’ammiraglia della Rai, espressione del partito governativo, la DC. Così andavano le cose allora. E adesso?

COMPLEANNI E LUTTI

15 Dicembre: è il giorno in cui nascono l’imperatore Nerone (37 dC); l’ingegnere Gustave Eiffel (1832) il padre dell’omonima torre di Parigi; l’inventore dell’Esperanto LeJzer Zamenhof (1859); la scrittrice irlandese Edna O’Brien (1930); l’esperto di musica e presentatore televisivo Red Ronnie (1951); il corridore motociclista Sete Gibernau (1972).
Il 15 Dicembre è anche il giorno dell’addio a Walt Disney (1966), all’anarchico Giuseppe Pinelli (1969), al presbitero e giurista Giuseppe Dossetti (1966), al drammaturgo Giuseppe Patroni Griffi (2004) e al pilota di F1 Clay Regazzoni (2006)


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7150 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:46 ram:37824248