Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

13 Maggio 1909: quando la Gazzetta battè il Corriere sul “Giro”

Ha 101 anni, ma continua a pedalare di gran lena: è il “Giro d’Italia”, una delle più grandi classiche a tappe del ciclismo. Il primo via venne dato proprio il 13 Maggio di oltre un secolo fa (1909) da Milano; e sempre a Milano si concluse quella storica prima edizione, dopo 2.448 chilometri suddivisi in otto tappe. Erano partiti in 130 corridori, al traguardo finale ne arrivarono meno di 50. Su tutti prevalse Luigi Ganna, che prima di darsi alla bicicletta aveva fatto il muratore a Milano, pedalando ogni giorno per 100 chilometri fra andata e ritorno dal suo paese natale, Olona.

Non tutti sanno però che oltre alla gara dei ciclisti, quel primo “Giro” aveva avuto come antefatto un’altra avvincente gara fra i due maggiori quotidiani milanesi del tempo – la “Gazzetta dello Sport” ed il “Corriere della Sera” che allora appartenevano a editori diversi (verranno riuniti nello stesso gruppo solo molti anni più tardi, nel 1972) – per essere i primi ad organizzare la grande corsa a tappe.

Il Corriere della Sera, infatti, che aveva già organizzato con successo un Giro d’Italia automobilistico, si stava preparando a fare altrettanto con la bicicletta. Ma la Gazzetta della Sport fu più lesta, e riuscì a battere sul tempo la testata rivale. Il Corriere reagì comunque sportivamente, offrendo un proprio premio speciale di 3mila lire al vincitore del primo Giro d’Italia.

Una bella cifretta per quei tempi, con la quale Luigi Ganna, la prima “maglia rosa” della storia, cominciò ad accantonare il capitale che, alla fine della sua carriera sportiva, nel 1914, gli permise di dar vita ad una rinomata fabbrica di biciclette (ed in seguito anche di motocicli) con il suo nome.

.
.
AGENDA STORICA DEL 13 MAGGIO

1787: Ha inizio la colonizzazione “bianca” dell’Australia. Il capitano Arthur Philip salpa da Portmounth in Inghilterra con undici navi piene di criminali detenuti. Saranno loro i primi europei a stanziarsi nel continente australe.

1880: Thomas Edison esegue il primo test per la creazione di una ferrovia elettrica, a Menlo Park nel New Jersey.

1888: Meglio tardi che mai: il Brasile abolisce la schiavitù.

1917: Tre piccoli contadini affermano per la prima volta di aver visto la Madonna, che sarebbe apparsa loro sopra un leccio, a Cova da Iria, località vicino a Fatima in Portogallo. La Vergine apparirà loro altre cinque volte, affidando agli stessi bambini, secondo la tradizione, tre segreti: una visione dell’inferno, una profezia sulla fine del Comuinismo, ed una terza rivelazione (riguardante minacce interne ed esterne al Papa ed alla Chiesa di Roma) che verrà a lungo secretato dal Vaticano. Si ritiene oggi che tale “segreto” alludesse all’attentato a Giovanni Paolo II ed agli attuali scandali della pedofilia fra il clero cattolico.

1943: L’Afrika Korps e le truppe italiane in Nord Africa si arrendono alle forze alleate.

1968: Oltre 800mila persone partecipano ad una grande manifestazione di protesta a Parigi. E’ l’inizio del Maggio Francese e della grande contestazione studentesca del ’68.

1978: Entra in vigore in Italia la “Legge 180”, conosciuta anche come “Riforma Basaglia”, che abolisce i manicomi.

1981: Un turco, Mehmet Alì Agca, spara al Papa Giovanni Paolo II nel corso di una manifestazione pubblica in Piazza San Pietro a Roma. L’attentatore viene arrestato. Il pontefice sarà sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, ma sopravviverà.

1999: Carlo Azeglio Ciampi viene eletto Presidente: è il decimo capo di stato della storia repubblicana.

2001: La Casa della Libertà, il cui candidato premier è Silvio Berlusconi, vince le elezioni politiche sull’Ulivo di Francesco Rutelli.

.
.
COMPLEANNI E LUTTI

Il 13 Maggio nascono il politologo Giovanni Sartori (1924), il politico Giuliano Amato (1938), lo scrittore inglese Bruce Chatwin (1940-1989), il cantante statunitense Stevie Wonder (1950) ed il campione di basket Dennis Rodman (1961).

Nello stesso giorno ci lasciano l’alpinista Achille Compagnoni (1914-2009), la scrittrice Maria Bellonci (1902-1986), l’attore americano Gary Cooper (1901-1961) e lo scrittore tedesco Paul Ernst (1866-1933).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7006 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:35 ram:30350552