Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

12 Febbraio: la penna stilografica scrive da 126 anni

Ci sono le grandi invenzioni, e ci sono le piccole invenzioni. Spesso però sono proprio le piccole innovazioni quelle che trasformano maggiormente le abitudini delle persone. L’invenzione della penna stilografica è stata certamente una di queste. Venne brevettata da Lewis Edson Waterman, un rappresentante di commercio americano, il 12 Febbraio 1884. Fino ad allora, negli uffici e nelle case si scriveva con penne d’oca e calamaio, asciugando poi l’inchiostro con carte assorbenti o addirittura sabbia fatta scorrere sulla pagina scritta. Waterman trasferì il calamaio all’interno della penna, sotto forma di piccolo serbatoio che si ricaricava aspirando l’inchiostro per depressione, come avviene in molti casi ancora oggi (anche se è invalsa da tempo la ricarica usa e getta a forma di capsula di plastica). Si trattò allora di un’autentica rivoluzione, che sveltì enormemente il lavoro degli uffici (non va dimenticato che ancora fino agli anni Trenta-Quaranta la “bella calligrafia” era ancora un requisito fondamentale di un bravo impiegato, in quanto negli uffici pubblici, nelle banche, ecc., gran parte delle pratiche erano ancora scritte a mano).

La nuova penna stilografica di Waterman pochi anni dopo la sua invenzione ottenne anche un avvallo diplomatico internazionale, venendo usata anche per sottoscrivere importanti trattati. Non a caso una delle prime pubblicità della nuova pena stilografica Waterman recitava: “Trionfo Politico! Il trattato di pace fra russi e giapponesi, il trattato di Londra fra gli stati balcanici e la Turchia, il trattato di Bucarest, vennero firmati tutti con la Waterman’s Ideal Fountain Pen!”

.
.
.
AGENDA STORICA DEL 12 FEBBRAIO

.
1541: Il conquistador spagnolo Fedro de Valdiva fonda Santiago del Cile. De Valdivia era stato uno dei due tenenti di Francisco Pizarro durante la conquista del Perù. Con altri 150 uomini, fra cui diversi italiani, si era poi spinto fino in Cile dove fondò appunto la futura capitale, battezzandola Santiago de nueva Estremadura in onore della città di Santiago di Compostela e della sua terra d’origine, l’Estremadura spagnola. Fondamentale nelle sue esplorazioni fu l’aiuto dell’ammiraglio italiano Giovanni Battista Pastene e di altri marinai italiani cui si deve fra l’altro il battesimo dell’altra città cilena di Valparaiso, che proprio gli italiani identificarono nella “Valle del Paradiso”.

1544: Viene decapitata, nella Torre di Londra, lady Jane Grey, che si proclamò regina d’Inghilterra per soli 9 giorni. Era stato il re Edoardo VI, morto in quello stesso anno, a proclamarla sua erede, scavalcando Maria la Cattolica che la precedeva nella linea di successione. Ed in effetti quando i suoi familiari le comunicarono la notizia della morte del re, Jane Grey in un primo tempo si rifiutò di diventare regina riconoscendo che la legittima erede era Maria. Ma poi fu convinta ad accettare la corona facendo leva sui suoi sentimenti religiosi di fede protestante. John Dudley la convinse sostenendo che così avrebbe salvaguardato la fede anglicana (protestante) che in caso contrario sarebbe stata rimpiazzata da quella cattolica di Maria. Jane fu però regina per soli nove giorni.
La rivale Maria godeva infatti di un maggior consenso popolare, e fu quindi proclamata legittima sovrana. Il suo primo atto, a tutela del regno ed anche per stroncare sul nascere lotte dinastiche e di religione, fu quello di deporre jane e farla imprigionare nella Torre di Londra, assieme al marito, lord Guilford. Mentre John Dudley verrà subito decapitato, la stessa sorte toccò anche a Jeane (ed al marito) dopo otto mesi di prigionia durante i quali il decano di St. Paul, John Feckenham, fece di tutto per convertirla alla fede cattolica, conversione che l’avrebbe salvata dal patibolo ma che Jane rifiutò. Fu proprio il rischio di una sommossa protestante a far precipitare la situazione, e decretare la definitiva condanna a morte di Jane e di suo marito. L’esecuzione avvenne il 12 Febbraio 1554. Per primo toccò a Guilford, poi a Jane, che salendo sul patibolo chiese perdono a Maria, pur proclamandosi innocente. L’atteggiamento dell’ex regina commosse i presenti all’esecuzione, ancor più quando, dopo essere stata bendata, la povera Jane si inchinò barcollante senza riuscire a trovare il ceppo su cui appoggiare il capo. Fu proprio il decano di St. Paul, Feckenham, ad aiutarla, spinto da compassione. Poi la scure del boia pose fine alla sua esistenza, durata solo 17 anni.
La regina Maria I si sposò poi con il cattolicissimo Filippo II di Spagna, ma morì dopo pochi anni di regno senza figli.
Jane, da allora, fu considerata martire della riforma protestante. Le sue ultime parole furono “Nelle tue mani, Signore, io raccomando il mio spirito. Abbi di me misericordia”.

1737: Il Teatro San Carlo di Napoli viene inaugurato per volontĂ  di Carlo I di Borbone, con l’opera Achille in Sciro di Domenico Sarro e libretto di Pietro Metastasio. A Domenico Sarro vennero pagati, con apposita polizza emessa nel dicembre del 1737, 220 ducati «in soddisfazione della composizione del prologo ed opera in musica intitolata Achille in Sciro che si è rappresentata nel Teatro Reale di San Carlo il dì 4 novembre prossimo passato». Fra gli spettatori del teatro napoletano ci sarĂ , nel 1770, anche il giovane Mozart.

1912: La Cina adotta il Calendario Gregoriamo; nello stesso giorno l’ultimo imperatore cinese, Pu Yi, abdica in favore della Repubblica.

1924: Viene stampato il primo numero de “L’Unità”, il giornale fondato da Antonio Gramsci, che sarà l’organo ufficiale del Partito Comunista dal 1924 al 1991, nonostante che il suo stesso fondatore lo avesse “pensato” come un giornale indipendente orientato a sinistra. In una lettera risalente al 12 settembre dell’anno prima lo stesso Gramsci, a proposito dell’Unità, aveva infatti scritto “Il giornale non dovrà avere alcuna indicazione di partito. Dovrà essere un giornale di sinistra. Io propongo come titolo l’Unità, puro e semplice, che sarà un significato per gli operai ed avrà un significato più generale”.

1938: Scatta l’anschluss, le truppe tedesche entrano in Austria.

1999: Il presidente statunitense Bill Clinton viene prosciolto dal Senato nel suo processo per l’impeachment.

2001: Per la prima volta una sonda terrestre si posa su un asteroide. Ci riesce la sonda NEAR Shoemaker che atterra sull’asteroide 433 Eros.

2002: Una montagna di scorie radioattive: il Monte Yucca, negli Usa, diviene il principale deposito di scorie nucleari del paese, per decisione del Segretario all’Energia degli stessi Stati Uniti.

.
.
.
.
COMPLEANNI E LUTTI

Il 12 Febbraio nascono il presidente Usa Abraham Lincoln (1809-1865), lo scienziato Charles Darwin (1809-1882), il poeta inglese George Meredith (1828-1909), il regista Franco Zeffirelli (1923), il reale italiano Vittorio Emanuele di Savoia (1937); la cantante e produttrice Claudia Mori (1944).

Nello stesso giorno ci lasciano lo scrittore italiano Elio Vittorini (1908-1966) e lo scrittore argentino Julio Cortazar (1914-1984).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 6658 articoli inseriti

Copyright © 2014 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
V.Bonazzi, 51 - 40013 Castel Maggiore (Bo) - tel: 051 63236 - fax 051 714795
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria di Pubblicità Publivideo2 Srl.

q:29 ram:24903944